Congresso Pd: un errore ignorare la “questione europea”. Discutere proposta Emiliano su Stati Uniti d’Europa

Roma, 14 marzo 2017 – “La ‘questione europea’ fa capolino continuamente nel dibattito pubblico. Certo, sarebbe stato più opportuno discuterne in una conferenza programmatica, ma a questo punto è bene dire come il Partito democratico la pensa e che proposta avanza. Grazie alla Scozia la Brexit subisce un altro colpo. Dopo le posizioni di Trump lasciare l’Unione europea così com’è sarebbe fatale per il suo futuro. Ha fatto bene Michele Emiliano a rompere gli indugi e dire quale potrebbe essere la posizione del Pd: gli Stati Uniti d’Europa sono la risposta più adeguata. Non si può arrivare ai sessant’anni del Trattato di Roma senza che questo tema sia messo a fuoco, proposto alla base del Pd e all’intero Paese”. Lo scrive il senatore del Pd Giuseppe Lumia sul suo blog, www.giuseppelumia.it.

“Stati Uniti d’Europa con un solo esercito – spiega – una sola politica estera, fiscale e sociale. Così si salva l’Europa, così la si infonde nel cuore e nella mente delle nuove generazioni, così l’Europa si rimette in cammino per sprigionare tutte le sue potenzialità in tema di ripresa economica, contrasto all’emarginazione, lotta alle mafie con una procura antimafia e antiterrorismo capace di garantire legalità e sicurezza”.

“Michele Emiliano ha già fatto da apripista – conclude – ha messo in crisi il ‘Partito dell’Io’ e invitato tutti a confrontarsi con il “Partito del Noi”. Adesso nell’agenda del dibattito congressuale deve diventare prioritaria la proposta che il Pd ha intenzione di avanzare per fare uscire l’Europa dalla drammatica crisi in cui si trova. La soluzione degli Stati Uniti d’Europa non può essere più ignorata e consumata in una dimensione congressuale senza grandi idee e progettualità”.

Print Friendly, PDF & Email