Coordinamento cittadino Insieme-Acate: “Dalle parole sterili della cultura del sindaco alla cultura dei fatti 7,2 milioni per la provincia di Ragusa”. Riceviamo e pubblichiamo.

Redazione Due, Acate (Rg) 18 ottobre 2016.- Sono i fondi che l’Assessorato Regionale alle Infrastrutture ha assegnato per interventi di consolidamento in edifici di interesse ricadenti nel centro storico, e non solo, dei Comuni Iblei. Ecco l’elenco dei Comuni Iblei ai quali sono stati concessi finanziamenti: A Giarratana, 800.000 euro per il risanamento e il restauro della Chiesa di San Bartolomeo Apostolo, 710.00 euro per la ristrutturazione dell’edificio Suore Francescane dell’Immacolata e 559.000 euro per la ristrutturazione dell’edificio di proprietà comunale adibito a caserma CC. A Monterosso Almo,  637.200 euro per l’adeguamento sismico del centro per anziani; A Scicli,  800.000 euro per restauro chiesa di Santa Maria di Gesù, 795.000 euro per la manutenzione straordinaria dell’immobile di proprietà della congregazione delle suore domenicane del Sacro Cuore e 794.000 euro manutenzione straordinaria dell’edificio storico Francesco Mormina Perna; A Comiso, 486.733 euro per restauro e risanamento conservativo del chiostro e dei locali annessi al convento; A Vittoria, 231.000 euro per il restauro della Lanterna e della cupola della Basilica di San Giovanni; A Ragusa, 403.000 euro per manutenzione straordinaria della caserma CC, a Pozzallo 990.000 Euro per il  restauro di Villa Tedeschi. Ad ACATE,   NULLA! Il motivo? Il Sindaco di Acate non ha presentato nessuna richiesta di finanziamento e di Partecipazione ai bandi Europei : Il termine di presentazione di tale richiesta scadeva ad Aprile 2015. Con grande amarezza commentiamo questi fatti nel mentre il nostro pensiero va al disastrato Castello dei Principi di Biscari, all’Istituto del Sacro Cuore, al Convento dei Frati Cappuccini con la annessa ex Chiesa per cui esiste già un progetto di trasformazione in struttura polivalente, tutti immobili che hanno urgente  bisogno di interventi di restauro e di manutenzione straordinaria conservativa:  il degrado del Castello è arrivato ad un punto tale che le infiltrazioni di acqua e quindi di umidità hanno profondamente intaccato le strutture murarie della Chiesa di San Vincenzo. In varie occasioni (comizi, interventi in tv, etc.) il solerte Sindaco Raffo ha spiegato di essere andato a bussare a tutte le porte delle Autorità che contano per avere finanziamenti ma nessuno gli ha risposto. Non sappiamo se le affermazioni del sindaco siano vere: laddove lo fossero, non riusciamo a capire perché si debba andare a piatire  quello che spetta per legge ai comuni che si attivano per attrarre finanziamenti nei territori. Basterebbe che il sindaco ed i suoi solerti pretoriani leggessero le gazzette ufficiali a partire da quella  Europea per sapere che ogni anno vengono promulgati i bandi di partecipazione al finanziamento di tante Opere,  nei più svariati campi, in favore dei Comuni.

 

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email