Dichiarazione gruppo consiliare Movimento Cinque Stelle Ragusa su abbandono aula consiliare per protesta. Riceviamo e pubblichiamo

RAGUSA – I consiglieri di maggioranza del Movimento Cinque Stelle di Ragusa, in modo coeso, hanno ritenuto di abbandonare oggi pomeriggio i lavori consiliari in risposta all’atteggiamento assunto dalla minoranza. La stessa, infatti, nella seduta di ieri ha ritenuto di non consentire la prosecuzione dei lavori, dove peraltro era in discussione il punto riguardante la riduzione delle tasse locali, costringendo l’assise ad aggiornarsi ad oggi con lo stesso punto all’ordine del giorno, ma con l’aggravio di tutti i costi che riguardano una seconda seduta.
“A questo gioco al massacro – hanno tuonato gli unici consiglieri del M5S appositamente presenti in aula, Maurizio Stevanato e Massimo Agosta – noi non ci stiamo più. Abbiamo ritenuto più congruo e trasparente abbandonare l’aula consiliare, rinunciare in modo contestuale al gettone di presenza ed anche ai permessi di lavoro, dunque i giustificativi che solitamente vengono rilasciati ai consiglieri per consentire la presenza in aula. Vorrà dire che prenderemo dai nostri posti di lavoro un giorno di ferie, ma questo tiro alla fune deve cessare. Nella seduta di ieri – proseguono i due consiglieri in rappresentanza di tutto il gruppo – la mancanza di un solo consigliere che avrebbe garantito la maggioranza in quota al M5S, ha messo le opposizioni nella condizione di suonare la ritirata facendo mancare il numero legale.
Così oggi siamo ritornati in aula con il quorum ridotto, tra l’altro a discutere un punto all’ordine del giorno, quale appunto la riduzione delle tasse, che appare decisamente contraddittorio con questo modo di operare.
Da una parte discutiamo la riduzione delle tasse, e dall’altra pesiamo in modo irragionevole sulle casse dell’Ente? Questo modo di agire ed operare non ci sta bene! Dunque in modo responsabile oggi abbiamo lasciato l’aula e se le minoranze sono nelle condizioni, votino loro i punti all’ordine del giorno. Tra l’altro i consiglieri ‘paladini’ della riduzione delle tasse non erano presenti quando in sede di approvazione del regolamento IUC sono stati posti in votazione gli emendamenti che andavano nello stesso senso prospettato dal Gruppo Consiliare M5S Ragusa e che realmente avrebbero prodotto un’immediata riduzione delle tasse locali. Tutto questo serve solo a sollevare inutili polveroni, mistificando la realtà e non spiegando alla Città il perché non abbiano votato, a suo tempo, l’effettiva riduzione delle tasse”.

Gruppo Consiliare M5S Ragusa

Print Friendly, PDF & Email