Fabio Nicosia: “Caos tributi a Vittoria. Come rimediare all’errore commesso nel contenuto degli avvisi di accertamento IMU 2012?”

Si accolga la proposta da me formulata in Consiglio di spostare la data di presentazione della definizione agevolata al 30 settembre 2017 e la data di inizio del primo pagamento al 31 ottobre 2017.

VITTORIA – Comunico agli organi di stampa di avere oggi depositato una interrogazione consiliare indirizzata al Sindaco Moscato e all ‘Assessore ai Tributi La Rosa avente ad oggetto “Accertamenti IMU2012 . Definizione agevolata dei tributi” che riporto integralmente per opportuna conoscenza. I cittadini aspettano risposte e non possono rischiare di vedersi gravati di tasse non dovute o di non potere sfruttare la possibilità di aderire alla definizione agevolata dei tributi .
Chiedo anche una conferenza di servizi con gli ordini professionali al fine di ascoltare i suggerimenti e le proposte per migliorare il rapporto tra il cittadino/contribuente e l’Amministrazione comunale.

Fabio Nicosia

INTERROGANTE: Consigliere Comunale Fabio Nicosia ( #nuoveidee-idemocratici)

Al Sindaco
All’Assessore al Bilancio e Tributi

Premesso che
Il consiglio Comunale ha approvato il regolamento per la definizione agevolata dei tributi locali.
Il regolamento è stato adottato nell’ambito della potestà prevista dall’articolo 52 del decreto legislativo 15 dicembre 1997, n. 446 ed in attuazione dell’articolo 6-ter del decreto legge 22 ottobre 2016, n. 193, che disciplina la definizione agevolata delle entrate comunali, sia tributarie che patrimoniali, (definita impropriamente rottamazione delle cartelle).
L’Amministrazione comunale prima ed il Consiglio Comunale dopo nell’ambito della propria potestà regolamentare prevista per i tributi locali avrebbero potuto meglio articolare la proposta di definizione agevolata per venire incontro alle innumerevoli esigenze dei propri amministrati.
La data di scadenza per la presentazione delle istanze è stata fissata, con successiva deliberazione del Consiglio Comunale al 31 maggio 2017.
Nelle more della definizione del quadro legislativo e regolamentare, improvvidamente l’Ufficio tributi ha emesso e notificato gli accertamenti IMU per l’anno di imposta 2012.
Si è verificata una incidenza di errori elevatissima nel contenuto e nelle motivazioni degli avvisi di accertamento notificati che sicuramente graverà sul lavoro degli uffici, ma soprattutto sulle tasche dei contribuenti incolpevoli.
Il sindaco, attraverso gli organi di stampa, ha correttamente ammesso l’errore nel contenuto degli avvisi di accertamento, ma al contempo lo ha attribuito ad

un cattivo funzionamento del software gestionale in dotazione presso l’ufficio tributi, cosa mai accaduta prima.
Ad oggi nessuna azione è stata iniziata dall’Assessore al ramo competente per rimediare all’errore nel contenuto degli avvisi di accertamento IMU 2012.
Numerosi cittadini, che hanno ricevuto la notifica dell’avviso di accertamento, non potranno recarsi presso gli uffici del Comune per ottenere l’annullamento in autotutela su istanza del contribuente dell’atto errato con conseguente iscrizione a ruolo e notifica e successiva notifica di cartella di pagamento.
I cittadini per la semplice conoscenza della propria posizione debitoria devono giornalmente affrontare lunghe e faticose code agli sportelli presso l’Ufficio Tributi del Comune sito in Via Gaeta.
All’ interrogante appare INSUFFICIENTE oltre che illegittimo il provvedimento adottato dall’Amministrazione Comunale di proroga del termine per impugnare gli accertamenti IMU 2012 errati.
Nel regolamento approvato dal Consiglio Comunale non è prevista alcuna disposizione specifica in merito alle modalità operative con cui dovrà essere presentata la definizione agevolata alla scadenza convenuta.
L’art.2 del regolamento definizione agevolata prevede l’oggetto della definizione agevolata per i seguenti tributi comunali: ICI IMU TARES TARSU TARI NON RISCOSSE dal 2000 al 2016 e nulla dispone il regolamento in merito ai medesimi tributi non riscossi per gli anni di imposta precedente.
Che anche per i tributi comunali opera l’art.1 commi dal 527 a 529 della legge 24 dicembre 2012 numero 228 che ha previsto l’annullamento in automatico di qualsiasi tipo di debito per le cartelle di pagamento iscritte a ruolo entro il 31 dicembre 1999 e per un importo massimo fino ad € 2.000.

SI CHIEDE DI SAPERE
1. Quali iniziative intende intraprendere immediatamente Codesto assessorato per rimediare all’enorme errore commesso nel contenuto degli avvisi di accertamento IMU 2012.
2. Se così come disposto dalla legge, intende avvalersi dell’istituto dell’Autotutela annullando su iniziativa propria gli avvisi di accertamento errati.
3. Se la definizione agevolata dei tributi comunali può essere presentata direttamente dai contribuenti ovvero dai professionisti a mezzo PEC.
4. Se è intendimento di Codesto assessorato consentire ai contribuenti ed ai propri professionisti di fiducia l’accesso telematico per la elaborazione della propria posizione debitoria e della relativa presentazione della definizione agevolata, previo ovvia richiesta e rilascio di PIN, in modo tale da evitare agli uffici del Comune un carico di lavoro insopportabile soprattutto in prossimità della scadenza.
5. Quali misure intende adottare codesto assessorato per consentire all’ufficio tributi di essere in costante relazione con l’ufficio anagrafe del Comune, con l’agenzia del territorio e con l’agenzia delle Entrate, in considerazione del fatto che moltissimi avvisi di accertamento vengono notificati a persone già passate a migliore vita da tempo immemore, o a persone che hanno da tempo venduto gli immobili. Informazione tutte che, nell’era digitale , non possono essere richieste ai contribuenti.
6. Se intende modificare l’articolo 6 del regolamento con la seguente articolazione:
Articolo 6 – Mancato, insufficiente o tardivo pagamento
“In caso di mancato, insufficiente o tardivo versamento dell’unica rata, ovvero di metà più una delle rate in cui è stato dilazionato il pagamento delle somme, la definizione non produce effetti e riprendono a decorrere i termini di prescrizione e di decadenza
per il recupero delle somme oggetto dell’istanza. In tale caso, i versamenti effettuati sono acquisiti a titolo di acconto dell’importo complessivamente dovuto”. Si rende

valido ed appetibile in questo modo il condono essendo comunque valido quando, ad esempio, siano state pagate tutte le rate tranne una.
7. Se intende modificare, così come ho richiesto ufficialmente durante l’approvazione dell’atto in Consiglio, la data di presentazione della definizione agevolata al 30 settembre 2017 e la data di inizio del primo pagamento al 31 ottobre 2017, in considerazione del fatto che il maggiore tempo a disposizione potrà essere utilizzato per migliorare le perfomances del software gestionale ufficio tributi e di consentire ai contribuenti di interessarsi della definizione agevolata dopo avere affrontato la stagione degli adempimenti fiscali statali.
8. Se, in applicazione delle disposizioni previste dall’art.1 commi dal 527 a 529 della legge 24 dicembre 2012 numero 228 che ha previsto l’annullamento in automatico di qualsiasi tipo di debito per le cartelle di pagamento iscritte a ruolo entro il 31 dicembre 1999 e per un importo massimo fino ad € 2.000, Riscossione Sicilia SPA ha comunicato al Comune di Vittoria l’elenco dei contribuenti per cui si è proceduto al discarico dei ruoli, l’ammontare del discarico per ogni singola annualità, gli effetti quali/quantitativi sul bilancio comunale in termini di minori entrate.
9. Se il Comune di Vittoria ha comunicato ai contribuenti l’avvenuto discarico delle somme a loro favore in applicazione di una disposizione di legge nazionale.
10. Se codesto assessorato intende convocare una conferenza di servizio alla presenza del Presidente del Consiglio, Del Sindaco e/o degli assessori al ramo competenti, dei capi gruppo consiliari, degli ordini professionali al fine di ascoltare i suggerimenti e le proposte per migliorare il rapporto tra il cittadino/contribuente e l’Amministrazione comunale.

Vittoria 10 aprile 2017

Fabio Nicosia

Print Friendly, PDF & Email