Fabio Nicosia: “Vogliono svendere la Villa Comunale? Non siamo d’accordo”. Riceviamo e pubblichiamo

Il sistema di governo “fai da te” di Moscato investe il cuore di Vittoria e dei vittoriesi. La paternità del giardino comunale si può discutere , ma per noi non si tocca.
I consiglieri di Moscato votano senza dibattito il “regolamento per l’agevolazione delle nuove attività imprenditoriali e di lavoro autonomo”, tradendo l’accordo sullo svolgimento delle sedute.

VITTORIA – E’ stato approvato ieri 6 dicembre, in Consiglio Comunale, da una maggioranza consiliare sottomessa ai voleri del sindaco e scorretta nei confronti delle altre parti politiche, il regolamento comunale per l’adozione degli spazi verdi pubblici, delle rotatorie e dei parchi urbani.
Premetto che, nelle sedute precedenti, il gruppo consiliare che rappresento unitamente al gruppo del PD e alle altre forze di minoranza consiliare hanno lavorato attivamente per alcune modifiche opportune votate dall’intera assemblea e che reputo necessario tale atto per incentivare e nello stesso tempo regolamentare la possibilità di affidare-per una migliore e costante cura- le rotatorie e alcuni spazi a verde a soggetti privati , associazioni onlus , club service ,ecc.
E’ giusto dare l’opportunità a chi lo desideri di dedicare il proprio contributo al miglioramento del verde cittadino, inoltre gestire anche in gruppi di cittadini alcuni orti o spazi verdi può rappresentare una nuova occasione di aggregazione sociale. Le aree verdi comunali e gli arredi appartengono alla collettività e il loro mantenimento e conservazione rappresentano un’attività di pubblico interesse. In quest’ottica ho inteso la mia partecipazione ai lavori nelle diverse sedute.
Ho però ritenuto utile presentare ( emendamento a firma NicosiaF., #nuoveidee – MascolinoB., PD) un emendamento all art 22 , che prevedeva l’aggiunta di un comma per escludere la Villa Comunale dalla lista dei parchi urbani che possono diventare oggetto di affidamento a privati .
La discussione sul punto ha registrato la condivisione piena del Movimento 5Stelle e degli indipendenti Romano e Nicastro oltre l’imbarazzo di diversi colleghi di maggioranza che pur capendo l’importanza di escludere la villa da altre forme di gestione se non quella diretta del Comune, subiscono l’appartenenza ad una forza di governo che chiede ai suoi di essere granitici, agli ordini del capo a costo di sembrare acefali. La bocciatura dell’emendamento politicamente ha significato rinunciare irresponsabilmente ad un voto unanime del regolamento, quella che a loro può sembrare una vittoria dei numeri a me sembra una sconfitta per mancanza di capacità di comprensione e mediazione e perché mette a nudo la scarsa conoscenza e rispetto dei beni storici della Città da parte dei nuovi amministratori .

Scorretto lo svolgimento del secondo punto all’Odg , “Approvazione regolamento per l’agevolazione delle nuove attività imprenditoriali e di lavoro autonomo”, che la maggioranza ha approvato in solitudine . Infatti ad inizio lavori si era già fissata la data per l’aggiornamento del Cons Com. per discutere questo secondo argomento , invece, venendo meno la nostra presenza per motivi politici e dichiarati in aula, gli stessi consiglieri di maggioranza, spinti dai diktat del vertice di governo cittadino, hanno approvato l’atto ( un regolamento !) solo leggendolo , senza alcuna discussione sui vari articoli .

Fabio Nicosia #nuoveidee

Print Friendly, PDF & Email