Ferreri (M5s), Vinciullo (Ncd) e Zito (M5s): “Maggiore attenzione per gli allevamenti nelle province di Ragusa e Siracusa o Stop alla transumanza”

Palermo, 15 gennaio 2015 – Un’audizione si è tenuta ieri mattina in commissione Sanità all’Ars sulla questione della transumanza dei capi di bestiame dirottati dalla provincia di Messina a quelle di Siracusa e Ragusa, nella quale sono stati ascoltati i veterinari dell’Asp di Messina ed un delegato del direttore generale Sirna. Intervenendo durante l’audizione, i deputati Ferreri (M5s), Vinciullo (Ncd) e Zito (M5s), hanno ancora una volta lanciato l’allarme del rischio di infezione, appunto, per le stalle delle province di Ragusa e Siracusa. Nonostante gli interventi dei servizi veterinari, infatti, nelle due province non si riesce a combattere e debellare la brucellosi che distrugge le mandrie e affama decine di pastori. I tre parlamentari Ferreri, Vinciullo e Zito hanno chiesto maggiori controlli per i capi provenienti dalla provincia messinese. “Solo così – affermano – sarà possibile bloccare la devastazione delle stalle nelle province a cavallo degli Iblei“. I tre deputati hanno rivendicato con forza il diritto degli allevatori del sud-est siciliano alla tutela fito-sanitaria dei propri capi, “in alternativa, – concludono – si blocchi la transumanza; la malattia potrà essere sradicata solo impedendo agli animali infetti di raggiungere le due province. Il rischio oggi è quello di far impoverire decine di famiglie del ragusano e del siracusano“.

Print Friendly, PDF & Email