Fincantieri. Lumia (Pd): “Cantiere Palermo discriminato, governo intervenga”

Roma, 29 aprile 2016 – “La crisi del cantiere navale di Palermo non corrisponde ad una crisi di analoghi siti produttivi presenti in diverse realtà del Paese. Anzi, in tutti i cantieri navali italiani di Fincantieri si lavora e ci sono diverse prospettive di espansione e di crescita. Solo in quello siciliano questo non accade, creando una situazione di stallo che va contro le potenzialità dello stesso cantiere e la vita produttiva e sociale della città di Palermo. Per ovviare a questa situazione, sarebbe sufficiente distribuire equamente le commesse tra tutte le sedi di Fincantieri nel territorio nazionale (Marghera, Sestri, Monfalcone…), proposta più volte rilanciata dai rappresentanti sindacali”. Lo scrive il senatore del Pd Giuseppe Lumia in un’interrogazione ai ministri del lavoro e delle politiche sociali e dello sviluppo economico.

Nell’atto di sindacato ispettivo Lumia chiede di sapere: “se i Ministri in indirizzo intendano richiamare Fincantieri alle sue responsabilità; se intendano sostenere il rilancio produttivo sia sul piano delle commesse che degli investimenti nel cantiere e per le imprese dell’indotto”.

Per il testo integrale dell’interrogazione: http://www.giuseppelumia.it/2014/fincantieri-lumia-pd-cantiere-palermo-discriminato-governo-intervenga/

Print Friendly, PDF & Email