Fisco. Gibiino (FI): “stato predone saccheggia gli italiani”

Gibiino: “Sabato e domenica la sicilia scendera’ in piazza con i no tax day sulla casa

Palermo, 28 nov 2014 – “La pressione fiscale va ridotta drasticamente e subito, a partire dalle tasse sulla casa, senza questa premessa fondamentale l’Italia non conoscerà mai vera ripresa. Per gettare le basi del cambiamento, per una politica economica etica, per dire basta a chi ci governa e ai suoi proclami, Forza Italia scenderà in strada e la Sicilia farà la propria parte. Già certe sabato 29 le piazze di Palermo, Trapani e Caltanissetta, e domenica 30 quelle di Catania, Messina e Siracusa“, così il senatore Vincenzo Gibiino, membro del Comitato di Presidenza di Forza Italia e coordinatore azzurro in Sicilia.
Lo Stato è visto oggi dai cittadini come il predone che saccheggia i sacrifici di una vita, una macchina infernale che prosciuga il nostro portafogli senza tregua, per garantire la propria sopravvivenza, e questo non può più essere – prosegue Gibiino – . Quel che è certo è che con il governo Berlusconi la tassazione sulla casa era ad 11 miliardi, mentre oggi, dopo tre governi di Napolitano è a 34, e nel 2015 sarà ancora più alta. Gli immobili sono diventati incommerciabili, il loro valore è diminuito del 30%, i posti di lavoro persi nell’edilizia sono oltre 800 mila. Uno scenario devastante. Forza Italia vuole riportare le lancette dell’orologio al 2008. A Renzi diciamo basta tasse, più diritti per i cittadini, più libertà“.

Print Friendly, PDF & Email