“Fuori Tg” su Aeroporto di Comiso, Marialucia Lorefice: «La Rai ci ha risposto formalmente spiegando il malinteso ed evidenziando la rettifica»

La Rai risponde alla deputazione del M5S relativamente all’interrogazione su un servizio della rubrica “Fuori Tg” sull’aeroporto di Comiso che ha suscitato molte polemiche. La deputata Marialucia Lorefice: «Un atto dovuto nell’interesse di tutta la nazione».
La parlamentare iblea così commenta: «Arrivata ufficialmente la risposta alla nostra interrogazione in Vigilanza Rai con la quale avevamo posto l’attenzione sulla trasmissione “Fuori Tg” del Tg3, che aveva mandato in onda un servizio datato sulle opere incompiute del nostro Paese citando tra queste anche l’aeroporto di Comiso. Avevamo espresso il nostro disappunto per i contenuti di tale servizio chiedendo una rettifica con uno spazio specifico dedicato agli ottimi numeri, all’attività e all’indotto che, grazie allo scalo casmeneo, sono stati ottenuti in questi anni di operatività dell’aeroporto. Nella risposta -aggiunge la Lorefice- la Vigilanza Rai parla di un malinteso e tiene a precisare che “Non c’è dubbio, che aver utilizzato quel servizio del 2012 senza precisare che a Comiso le cose sono nel frattempo cambiate sia stata un’ingenuità, ma il senso del messaggio voleva essere che le incompiute sono un male antico, ancora oggi difficile da curare”».
«In ogni caso, -sottolinea la parlamentare- la stessa Vigilanza Rai ha tenuto a evidenziare che in data 17 Maggio in apertura della puntata di Fuori TG la conduttrice ha precisato quanto segue: “Prima di cominciare dobbiamo fare una precisazione a proposito della puntata di Fuori TG del 26 aprile, dedicata alle opere incompiute nel nostro Paese. Nella copertina, l’argomento è stato introdotto citando un servizio del TG2 de/luglio 2012, in cui si parlava tra l’altro dell’aeroporto di Comiso, completato nel 2007 e rimasto inutilizzato per 5 anni. Per completezza di informazione dobbiamo dire che nel frattempo le cose sono cambiate. Dal 2013 l’aeroporto ha preso a funzionare regolarmente con un traffico crescente di passeggeri, che ha toccato le 328 mila redense nel 2015″».
«Apprezziamo la rettifica -conclude la Lorefice- che riteniamo fosse fondamentale per far luce su una realtà che merita adeguata e corretta informazione, quella dell’aeroporto di Comiso, in continua espansione e punto di forza non solo della Sicilia Orientale ma di tutta Italia».

Print Friendly, PDF & Email