Gianfranco Fini a Radio Cusano Campus: “Spaventoso vuoto di idee nel centrodestra di oggi. Lega e Fratelli d’Italia fanno leva sulla paura della gente”

Gianfranco Fini a Radio Cusano Campus: “Bisogna ripartire dal tema della legalità. Mio ritorno in politica? No, servono nuove energie”

“Spaventoso vuoto di idee nel centrodestra di oggi. Lega e Fratelli d’Italia fanno leva sulla paura della gente. Bisogna ripartire dal tema della legalità. Mio ritorno in politica? No, servono nuove energie”. Lo ha detto Gianfranco Fini ai microfoni della trasmissione “Ho scelto Cusano”, condotta da Gianluca Fabi e Livia Ventimiglia su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano.
“Se la destra in Italia è rappresentata dalla Lega, il mio rapporto con la destra è conflittuale  –ha affermato l’ex Presidente della Camera-. Non credo di essere in una posizione di solitudine rispetto a tanti elettori di destra che, come me, oggi non hanno un riferimento in Parlamento. Non sono in sintonia con chi oggi rappresenta la destra in Parlamento. La destra si concentra sulla ricerca di un leader, ma il problema di ritrovare un rapporto di un popolo che si è perso si risolve con i contenuti, non con la fisionomia di chi dovrà guidare domani il centrodestra. C’è uno spaventoso vuoto di proposte e di idee oggi nel centrodestra. Servono energie nuove, io non tornerò in campo. C’è uno spaventoso vuoto di proposte e di idee oggi nel centrodestra”.
Sull’immigrazione. “La Lega e Fratelli d’Italia fanno leva sul timore che c’è su questo fenomeno delle migrazioni in atto, ma le risposte non possono essere i muri e i respingimenti perché sono demagogiche e non risolvono il problema. Nessun Paese può agire da solo, serve una risposta europea”.
Sulla rottura con Berlusconi. “Di polemiche con Berlusconi c’erano state tante in passato, ma erano sempre state ricomposte. La frattura si è consumata su come il Governo doveva affrontare il tema della legalità. Io come Presidente della Camera ho detto a Berlusconi che non poteva fare le leggi per risolvere i problemi personali. Il tema della legalità deve essere centrale. Non credo che Salvini e la Meloni abbiano scheletri nell’armadio. Forse non hanno sufficiente sensibilità riguardo la legalità, che è un tema che non si può approcciare con la demagogia e con il tweet”.
Sul ringiovanimento della classe politica. “L’Italia per tanto tempo è stata una gerontocrazia, poi di punto in bianco è arrivato Renzi con la rottamazione. Sono sbagliati entrambi gli approcci. L’esperienza non si rottama e deriva da ciò che si è fatto nella propria vita, non è una questione d’età. Comunque è meglio che siano i giovani a farsi largo, piuttosto che aspettare che i vecchi saggi gli aprano la porta”.

Print Friendly, PDF & Email