Giarratana, “mozione di sfiducia” al Presidente del Consiglio Comunale

Mozione di sfiducia al presidente del consiglio comunale di Giarratana, Giuseppe Giaquinta. La richiesta è del gruppo di minoranza che, in una nota, indirizzata al segretario comunale, Chiara Stella e al sindaco Bartolo Giaquinta e allo stesso presidente, chiedono la convocazione di una seduta consiliare ad hoc.

“Il presidente ha violato i doveri istituzionali di neutralità politica – spiegano i consiglieri Giuseppe Busso, Mariagrazia Garofalo, Angelo Micieli, Giuseppina Noto – vanificando cosi il ruolo di soggetto “super partes” che egli deve assumere come organo istituzionale come previsto dal decreto legge 241 del 90”.

Il gruppo di minoranza., in una nota, spiega quali sono le inadempienze del presidente del consiglio comunale.

Non ha convocato la conferenza dei capigruppo nei modi e nei termini previsti dal regolamento comunale – spiegano – in un anno e sette mesi di mandato su tre volte non erano presenti i documenti necessari per l’approvazione del bilancio. Rileviamo in questo la contrarietà al ruolo di super partes che egli è tenuto a garantire. Il presidente ha ignorato, in tutti i consigli comunali, la voce “comunicazioni varie ed eventuali” più volte richiesta dal gruppo di opposizione e mai presa in considerazione”.

Non ultimo ad “animare” il dibattito politico l’incidente che si è verificato durante la festa di sant’Antonio con un petardo esploso tra il pubblico: “Il presidente del consiglio comunale, nella propria pagina istituzionale Facebook, ha commentato uno spiacevole episodio accaduto la mattina della festa dando adito, non solo a polemiche, ma addirittura provocando le dimissioni in massa dei componenti del comitato. Facendo entrare, in questo modo, la politica in ambiti che non le competono,. E’ la dimostrazione che non rispetta il ruolo di super partes che egli è tenuto a garantire”.

Per questi motivi i consiglieri di minoranza chiedono la convocazione di una seduta del consiglio comunale avente come oggetto la “sfiducia del presidente Giaquinta”.

Print Friendly, PDF & Email