Giorgio Assenza (FI) contro le trivellazioni marine: “Ordine del giorno depositato all’ARS e commissione urgente”

Palermo, 12 novembre 2014 – “Accolgo l’appello dell’Anci, in quanto componente della IV commissione all’Ars, quello delle associazioni e dei cittadini siciliani ma ancor più ascolto me stesso e quanto da sempre profondamente credo: il bene della Sicilia e dell’ambiente in generale, che non possono essere piegati a interessi esclusivamente speculativi” lo dice il deputato regionale Fi Giorgio Assenza, in merito alla “minaccia che rappresenterebbe per il Mediterraneo la riapertura delle trivellazioni come da provvedimento contenuto nel cosiddetto sblocca Italia”.
Sottolineo la posizione che alcuni, troppo pochi, senatori e deputati siciliani stanno per fortuna tenendo contro questa annunciata opera di devastazione e, contemporaneamente, voglio stigmatizzare l’opposta posizione di altri componenti della deputazione isolana a Roma: non soltanto di quanti si sono schierati a favore del provvedimento ma pure di quanti si sono defilati, astenendosi o assentandosi nei momenti decisivi” continua Assenza il quale annuncia la presentazione immediata di un ordine del giorno che impegni il presidente della Regione a intervenire dissentendo, anche con delibera di giunta, e la richiesta di urgente seduta della quarta commissione con audizione dei rappresentanti del governo regionale, dell’Anci, delle associazioni di cittadini e di quelle ambientaliste e delle marinerie siciliane.
Auspico per intanto che l’atto di indirizzo approvato dalla commissione Ambiente al Senato – conclude – influisca positivamente sulla politica nazionale e annulli la disposizione di Sblocca Italia”.

Print Friendly, PDF & Email