Giovanni La Via (NCD/PPE): “L’imu Agricola e’ un imposta che va’ cancellata.”

“L’agricoltura è una risorsa, non può essere messa in ginocchio da chi dovrebbe sostenerla, la politica ha il dovere morale di portare nuova linfa al settore e sostenere coloro che con grande sacrificio ogni giorno si impegnano per portare nel mondo i prodotti italiani”. Lo dichiara Giovanni La Via (NCD/PPE), Presidente della Commissione Ambiente, sanità pubblica e sicurezza alimentare del Parlamento europeo.
“L’Imu agricola è di per sé un’imposta cui siamo contrari, si rischia di determinare (a prescindere dai criteri prescelti) per alcuni comparti un danno di grandissime dimensioni”. “Basti pensare – sottolinea l’eurodeputato di Ncd – che tra il 1982 e il 2010 sono stati abbandonati circa 5,3 milioni di ettari di terra.  L’applicazione dell’Imu agricola, accelererà di certo il progressivo abbandono del settore ed un aumento dei problemi già rilevanti connessi al dissesto idrogeologico”. “Siamo ancora in tempo – continua l’eurodeputato La Via – per trovare una soluzione volta ad evitare di chiedere ai nostri agricoltori di pagare un’imposta superiore ai loro redditi, e addirittura talvolta piu’ alta dell’aiuto al reddito finanziato direttamente dal bilancio europeo”.
“Il governo intervenga con urgenza per evitare che il provvedimento emanato possa avere ulteriori ripercussioni negative sull’agricoltura, già pesantemente messa in ginocchio dalla crisi economica e dalle vicende internazionali”. “Sono al fianco degli agricoltori che da questa mattina manifestano per chiedere l’abrogazione di questa contestata e tanto odiata imposta”.

Print Friendly, PDF & Email