Giuseppe Scuderi (Riavvia Vittoria): “Convocazione inutile. Commissione trasparenza venga convocata solo per argomenti validi e senza giocare sulla confusione”

VITTORIA – “Non si può convocare la Commissione Trasparenza su qualsiasi argomento e senza le dovute informazioni, a meno che non si voglia fare uno spreco di denaro pubblico. E soprattutto non si giochi sulla confusione”. Il consigliere comunale di “Riavvia Vittoria” e componente della Commissione Giuseppe Scuderi interviene in merito alla seduta dello scorso 26 gennaio, convocata dalla presidente Valentina Argentino, dove si è discusso degli incarichi esterni affidati nel settore Avvocatura. “Ancora una volta –esordisce Scuderi- una seduta che è servita a poco se non a nulla. La dirigente del Settore, l’avvocato Angela Bruno, ha spiegato infatti che il Codice degli Appalti regola i servizi legali con rapporti continuativi e non quelli che invece prevedono attività occasionale e fiduciaria. Ed ancora è stato dimostrato che rispetto alla precedente amministrazione è stato diminuito di ben dell’80% l’affidamento di incarichi fiduciari e dunque bastava informarsi per evitare questo spreco di tempo e soprattutto di denaro pubblico”.

L’esponente di “Riavvia Vittoria” rincara la dose nei confronti della rappresentante del Movimento 5 stelle: “i grillini –prosegue Scuderi- guardino in casa loro con gli incarichi che la sindaca di Roma Raggi ha affidato e distribuito in questi mesi di amministrazione della Capitale. Come spesso accade si vuole creare confusione e si cerca notorietà sui giornali puntando sulla confusione. In questo caso infatti si tenta di confondere tra incarichi occasionali che possono essere affidati direttamente e servizi legali e prestazioni continuative per i quali, invece, è ovvio che ci debbano essere elenchi e bandi chiari e trasparenti”.

Scuderi conclude spiegando i motivi che portano un’Amministrazione a conferire incarichi esterni: “in tutti i Comuni, a causa dell’alta mole di lavoro, chi amministra si vede costretto a conferire tali incarichi senza per questo motivo sperperare denaro ma evidentemente è una necessità. Ed ancora –termina Scuderi- un’altra Commissione Trasparenza convocata sull’esito dell’istituzione del Centro culturale Comunale. Se la presidente Argentino avesse visto i progetti avrebbe capito chiaramente che l’associazione aggiudicataria ha presentato il progetto migliore senza dubbi con una Commissione giudicante al di sopra di ogni sospetto”.

Print Friendly, PDF & Email