Giustizia, Falanga (FI): DDL responsabilità giudici tradisce volontà popolare

Roma, 30 settembre 2014 – “Il disegno di legge del governo, che modifica l’attuale norma sulla responsabilità civile dei magistrati, tradisce ancora una volta la volontà degli italiani espressa nel referendum del 1987 con l’84% dei sì favorevoli alla sua introduzione nella legislazione italiana”. Lo dichiara il senatore di Forza Italia Ciro Falanga, membro della Commissione Giustizia, commentando il ddl governativo sulla responsabilità civile dei magistrati all’esame della Commissione Giustizia di Palazzo Madama. “Prevedere,  infatti – aggiunge  Falanga –  un irrisorio aumento della percentuale del risarcimento per colpa grave o dolo a carico del giudice, dall’attuale terzo dello stipendio percepito in un anno alla metà, lasciando la restante ed enorme quota a carico delle casse dello Stato, dimostra mancanza di coraggio del governo  e assenza di volontà ad eliminare un privilegio senza senso.  Il coraggio non lo ebbe il ministro Giuliano Vassalli, all’epoca del referendum, non ce l’ha oggi Andrea Orlando. Mi batterò con forza in Commissione ed in Aula al Senato  – conclude Falanga – affinché il risarcimento sia, come avviene per altre professioni, a totale carico dei magistrati che sbagliano”.

Print Friendly, PDF & Email