Il movimento politico Sviluppo Ibleo dà il via all’iniziativa denominata “Vittoria a tappe”

Il segretario cittadino Pelligra: “Arricchiremo il nostro programma con una serie di sopralluoghi nelle zone critiche di una città che ha bisogno di potere contare su una svolta sostanziale”

Vittoria, 29 maggio 2015 – “Abbiamo deciso che, con cadenza periodica, effettueremo dei sopralluoghi nelle zone di questa città che hanno bisogno di riflettori puntati addosso. E’ la gente che ce lo chiede, la gente che incontriamo durante la nostra attività di volantinaggio per fare conoscere il nostro programma. Quella stessa gente che si dice stanca della politica stantia portata avanti da questa Amministrazione e che richiede, con forza, una svolta”. Lo dice il segretario cittadino del movimento politico Sviluppo Ibleo, Biagio Pelligra, che, assieme al presidente, il consigliere comunale Andrea La Rosa, al segretario provinciale, Raffaele Migliorisi, e al vice segretario provinciale, Claudio Lo Monaco, annuncia l’avvio dell’iniziativa “Vittoria a tappe” con cui il movimento intende puntare l’attenzione su tutte le cose che non vanno e, per ciascuna tra queste, proporre una soluzione che possa essere il più possibile sostenibile. “Vittoria a tappe – spiega Pelligra – vuole essere un modo, utilizzando il gergo ciclistico, di scandagliare, un passo dopo l’altro, tutte le criticità della città così come ci sono state segnalate dalla gente. Nel corso di questi ultimi anni, ancora con maggiore intensità negli ultimi mesi, ci siamo prefissati di valutare, assieme a cittadini sempre più insoddisfatti dall’attuale Amministrazione, che cosa si sarebbe potuto fare per migliorare. E questa valutazione la si può fare in tutti gli ambiti, dalle questioni più di impatto (strade, verde pubblico, manutenzione scolastica, etc.) a quelle più complessive di strategia (piano sviluppo economico, rilancio della città, mission amministrativa, etc.). Ancora oggi, la città di Vittoria continua ad andare avanti senza avere chiara una propria idea di sviluppo, senza supportare nella maniera adeguata i comparti che necessiterebbero di maggiore attenzione perché sono quelli che ci potrebbero fare uscire dal tunnel. Oggi, quindi, l’Amministrazione comunale continua a gestire questa condizione con assoluta superficialità, senza avere chiaro in mente quello che bisogna fare. Abbiamo, dall’altro lato, una città che aspetta un segnale chiaro e univoco da palazzo Iacono che purtroppo non arriva. Come movimento politico che intende intercettare il più possibile le esigenze del territorio, grazie a Vittoria a tappe ci prefiggiamo di stilare una lista complessiva di interventi da attuare e che arricchiranno il nostro programma politico. Perché riteniamo che solo attraverso il confronto si possa arrivare a una soluzione condivisa per il bene di questa città”.

Print Friendly, PDF & Email