Illustrata ieri a Roma al ministro della Salute Beatrice Lorenzin la proposta della creazione dell’ospedale di comunità al Busacca di Scicli

L’on. Ragusa e l’on. Minardo impegnati in prima linea anche per risolvere tutte le anomalie che si registrano sul fronte sanitario a livello provinciale

SCICLI – “Esiste un problema complessivo legato alla Sanità nella nostra realtà territoriale. I troppi casi, molti dei quali, purtroppo, con esito mortale, che hanno interessato proprio in questi ultimi giorni la provincia di Ragusa devono farci riflettere, e parecchio, su cosa non va”. Lo dice l’on. Orazio Ragusa che, ieri, a Roma, assieme all’on. Nino Minardo, ha incontrato il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin. A quest’ultima, l’on. Ragusa ha, in prima battuta, dopo averla anticipata con la trasmissione di un documento ben articolato, sottoposto l’idea della creazione di un ospedale di comunità per il presidio del Busacca a Scicli. Una proposta che l’on. Ragusa ha lanciato nelle scorse settimane e che ha già incontrato il favore degli operatori sanitari del territorio oltre che dei rappresentanti istituzionali dell’intero comprensorio. “Vedere che questa proposta è stata valutata con estremo interesse anche dal ministro della Salute – prosegue l’on. Ragusa – ci conforta circa la bontà della strada che abbiamo voluto percorrere. Certo, nessuno nega che il percorso sia tutto in salita. Ma dobbiamo spenderci sino in fondo se vogliamo che il Busacca possa avere una chance di rifunzionalizzazione. E quale migliore occasione se non quella di sfruttare non solo le normative esistenti ma anche esempi già attuati in altre zone d’Italia e che hanno dato buoni risultati. Ecco, sembra proprio che il ministro Lorenzin abbia recepito il messaggio che si è voluto lanciare, assicurandoci il suo impegno per fare in modo che questa strada possa essere percorsa sino in fondo. Ringrazio l’on. Minardo che mi ha fornito non solo la possibilità di questo incontro, ma anche l’occasione per potere sviluppare una progettualità comune che ci garantisca di arrivare tutti assieme al traguardo prefissato e di cui abbiamo già valutato la bontà. Torno a ripetere che lo sforzo sinergico è essenziale per fare in modo che si possano concretizzare i risultati sperati”. Un altro passaggio del confronto con il ministro ha riguardato lo sblocco delle assunzioni su base regionale e che mirerebbero a potenziare la qualità dei servizi, con il rafforzamento degli organici di tutto il personale sanitario (medici, infermieri, operatori socio-sanitari, etc.), nelle Asp siciliane. Anche in questa direzione il ministro ha assicurato la propria attenzione. A proposito, poi, dei gravi episodi che hanno interessato il mondo sanitario del comprensorio modicano-sciclitano, il ministro Lorenzin ha assicurato all’on. Minardo, che l’aveva sollecitata in questo senso, l’invio di ispettori ministeriali che dovranno indagare sull’accaduto, non ultimo quello riguardante il decesso di una giovane donna in gravidanza che ha pure perso il feto che aveva in grembo. “Con l’on. Minardo – aggiunge ancora l’on. Ragusa – siamo impegnati per fornire delle risposte esaustive sul fronte delle emergenze sanitarie che, purtroppo, continuano ad imperversare sul nostro territorio. Sono delle circostanze assolutamente riprovevoli e sulle quali, però, dobbiamo tenere desta l’attenzione per cercare di evitare che le stesse si ripetano. Con lo stesso impegno, l’on. Minardo e io intendiamo risolvere in maniera definitiva la tormentata questione delle liste attese nella nostra provincia”.

Print Friendly, PDF & Email