Imu agricola. M5S: “Manca volontà politica. Serve intervento immediato”

ROMA, 22 GENNAIO 2015 – Hanno gli strumenti, evidentemente manca la volontà politica”. Questo il commento dei deputati cinque stelle della Commissione Agricoltura di Montecitorio, dopo il silenzio in CDM e il pronunciamento del TAR del 14 gennaio 2015, che non conferma la sospensiva. “Ora, infatti, l’unica possibilità – rilevano i deputati M5S – per esentare i terreni agricoli dal pagamento IMU è un’azione urgente del governo“.
La proroga al 26 gennaio è stata una rappezzatura di emergenza ad un provvedimento che fa acqua da tutte le parti – aggiunge la commissione Agricoltura del M5S – e che, scegliendo quello altimetrico come unico indice per il riconoscimento di un terreno ‘montano’ crea una disparità e una disomogeneità di trattamento che non sarà semplice risolvere, proprio per le caratteristiche geografiche di molte nostre regioni”.
È necessario – concludono – rivedere immediatamente i termini del decreto, e, per facilitare il compito al Governo abbiamo presentato anche un emendamento al decreto milleproroghe al fine di procrastinare di almeno un anno, il termine ultimo per il pagamento dell’imposta”.

Print Friendly, PDF & Email