La Rosa: “Tutte le criticità del bilancio consuntivo 2014 del Comune di Vittoria”

Andrea La Rosa: “La spesa corrente è attestata su livelli elevati. Gli sprechi di risorse sono ancora notevoli. I debiti fuori bilancio continuano ad essere elevati. L’intero quadro è da tenere sott’occhio

VITTORIA – Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa a firma di Andrea La Rosa (Sviluppo Ibleo):“Troppe le criticità del bilancio consuntivo 2014 del Comune di Vittoria. Ecco perché, in aula, ho votato no. Con l’auspicio che il sindaco prenda atto di tutte le cose che non vanno e ne tragga le opportune conseguenze nella predisposizione dello strumento finanziario di previsione 2015”. E’ quanto afferma Andrea La Rosa, consigliere comunale del movimento Sviluppo Ibleo, dopo avere evidenziato, in aula, tutto ciò che non andava con riferimento al bilancio in questione. “Tra l’altro – dice La Rosa – sono le stesse perplessità a cui sono pervenuti i componenti del collegio dei revisori dei conti, perplessità che non si possono non tenere in considerazione. Infatti, è stato chiesto di monitorare costantemente la spesa corrente che si attesta su livelli elevati contribuendo ad innalzare l’indice di rigidità della spesa complessiva. E come si può realizzare questo risultato? Attraverso la limitazione degli sprechi di risorse che continuano ad essere notevoli. Ma non solo. E’ stato chiesto anche di monitorare in maniera costante la spesa del personale dipendente al fine di perseguire l’obiettivo della riduzione. E, allo stesso tempo, di monitorare tutte le aziende speciali e gli organismi partecipati. Se non si effettuano controlli incisivi ed analitici, non sarà possibile ottenere risultati in linea con i vincoli di bilancio”. Ma non solo. La Rosa punta pure l’indice sui criteri da utilizzare secondo le corrette norme contabili per l’impegno delle spese. “I debiti fuori bilancio – aggiunge – pur essendo di importo inferiore all’anno precedente, risultano comunque elevati. E, inoltre, ci si dovrebbe sforzare di migliorare l’economicità della gestione dei servizi pubblici a domanda e a rilevanza economica senza dimenticare di monitorare l’andamento del contenzioso in essere, valutando l’eventuale soccombenza in giudizio dell’ente al fine di ridurre l’insorgenza di debiti fuori bilancio. Ribadisco che si tratta delle conclusioni a cui sono addivenuti i revisori dei conti, conclusioni che stiamo facendo nostre per sollecitare, politicamente, l’Amministrazione comunale ad adottare le misure in questione al fine di evitare che i problemi finanziari dell’ente possano acuirsi”.

Print Friendly, PDF & Email