Le ragioni del “sì” alla riforma costituzionale in un evento di Sicilia Futura a Ragusa

Nasce il coordinamento provinciale del movimento

RAGUSA – Si è svolto, venerdì 30 settembre, presso l’ex Cinema Ideal di Ragusa, in piazza Libertà, un incontro per affrontare il tema del referendum sulla riforma costituzionale che si celebrerà il 4 dicembre prossimo. L’iniziativa era promossa dal Patto Democratico per le Riforme – Sicilia Futura ed erano presenti il fondatore ex ministro on. Salvatore Cardinale, l’assessore regionale al Territorio e Ambiente, Maurizio Croce, il parlamentare regionale del Partito Democratico, Nello Dipasquale.

“Sicilia Futura – ha spiegato Cardinale – si schiera con le ragioni del “sì” perché siamo tra quelli che hanno promosso la riforma. Tra i motivi che ci hanno indotto a questa decisione, riteniamo che il Paese non ce la farebbe con un sistema legislativo che vede le leggi arrivare al percorso finale completamente svuotate e trasformate rispetto ai punti dai quali erano partite; in questo particolare periodo storico serve un sistema politico in grado di legiferare in tempo reale e quello bicamerale è un sistema sorpassato che non risponde più al meglio alle richieste della società. Non è un punto di vista nuovo, molti di quelli che oggi sostengono il ‘no’ dicevano le stesse cose fino a poco tempo fa. Si tratta di persone che si oppongono solo perché questa riforma lascia il vecchio alle spalle e lancia l’Italia in una prospettiva futura di ammodernamento”.

Concetto ribadito dall’on. Dipasquale: “Già all’Assemblea Regionale Siciliana vediamo quanto è complesso l’iter legislativo con il passaggio dalle Commissioni all’Aula, peggio accade a Roma con due Camere e le relative Commissioni. La riforma costituzionale che ci accingiamo a votare convintamente cambierà in meglio il sistema rendendolo al passo con i nostri tempi”.

L’incontro, inoltre, si caratterizzava anche per essere, in pratica, assemblea costituente di Sicilia Futura in provincia di Ragusa. Alla presenza dell’on. Nicola D’Agostino, coordinatore regionale di Sicilia Futura, infatti, sono stati definiti i vertici provinciali del soggetto politico così rappresentanti: segretario provinciale Giovanni Cosentini; presidente Rosario Cavallo; compongono il coordinamento provinciale: Claudia Parrino, Giovanni Guardiano, Giorgio Firrincieli, Raffaele Criscione, Alessandro Scrofani, Corrado Arezzo, Gioacchino Iozzia per il Comune di Santa Croce Camerina, Salvatore Serrentino per Ispica, Silvio Conti per Scicli, Enzo Frasca per Acate, Vincenzo Iozzia per Vittoria.

Print Friendly, PDF & Email