L’On. Ragusa su variazioni di bilancio in seconda commissione all’Ars

Orazio Ragusa: “Ecco tutte le somme che riguardano più da vicino la nostra provincia: dal consorzio di bonifica ai forestali, dall’Ara al Corfilac”

L’on. Orazio Ragusa comunica che la seconda commissione all’Ars che si occupa di bilancio, con riferimento alla predisposizione delle variazioni che andranno in aula nei prossimi giorni, ha destinato tutta una serie di somme riguardanti l’area iblea. Intanto due milioni di euro andranno a tutti i consorzi di bonifica siciliani, quindi anche a quello di Ragusa, per il completamento delle giornate lavorative. Poi 20 milioni di euro sono previsti per i forestali anche in questo caso per il completamento delle giornate lavorative e la concretizzazione di eventuali economie che serviranno per il futuro. Risorse economiche pari a 475mila euro sono state predisposte per l’Ara Sicilia i cui tecnici, tra cui numerosi quelli presenti sul territorio della nostra provincia, si occupano di verificare, nelle aziende zootecniche, la qualità del latte, della carne e, più in genere, degli animali. Infine, sarà destinata la somma di 200.000 euro al Corfilac di Ragusa. “Si tratta – spiega l’on. Ragusa – di un parziale ma sostanzioso recupero delle risorse economiche che avrebbero dovuto essere destinate inizialmente alle realtà operative sul nostro territorio, come nel caso del consorzio per la ricerca della filiera lattiero-casearia (saranno utilizzate per le spese di gestione oltre che, soprattutto, per il pagamento degli stipendi) o dell’Ara Sicilia per non parlare dei lavoratori forestali o del consorzio di bonifica. L’intero articolato delle variazioni allo strumento finanziario dovrà ora approdare in aula per essere definitivamente esitato. E in quel contesto spero che gli altri deputati iblei facciano quadrato per riaffermare la necessità di garantire il dovuto supporto finanziario a tutta una serie di realtà che la Sicilia, come nel caso del Corfilac, ci invidia. L’impegno è sempre costante per fare in modo che, pur in un periodo di gravi ristrettezze economiche come quello attuale, possano registrarsi ricadute di una certa consistenza nella nostra provincia. E’ chiaro che occorre sempre essere vigili e difendere al meglio queste scelte in aula. Ed è quello che garantisco sin da ora consapevole che non bisogna mai abbassare la guardia”.

Print Friendly, PDF & Email