M5S, Alessandro Di Battista a Ragusa sabato pomeriggio

A Ragusa uno dei leader del Movimento 5 Stelle: Alessandro Di Battista farà tappa nel capoluogo ibleo, nel pomeriggio di sabato 11 marzo, per proseguire un viaggio che lo sta vedendo protagonista in molte piazze d’Italia per portare la voce del Movimento che, in questa particolare fase della vita politica italiana, è anche la voce di molti italiani.

Lo testimonia la grande partecipazione e la grande attenzione che è stata rivolta agli appuntamenti che hanno abbracciato i temi più scottanti dell’attuale momento politico e vedono i pentastellati particolarmente impegnati, ancorché fuori dalle campagne elettorali

Il tour di Alessandro Di Battista è dedicato principalmente alle questioni economiche che coinvolgono, per ora, l’Italia, con particolare riferimento a quelle che coinvolgono le banche e gli istituti finanziari in generale. Una particolare attenzione per i temi economici che coinvolgono, direttamente i cittadini, dai risparmiatori che vedono a rischio anche piccole rendite oggi essenziali per il mantenimento delle famiglie, al cittadino medio sempre più vessato da tagli e imposizioni fiscali dettate dalle necessità di favorire le banche e il loro salvataggio.

Temi che stanno a cuore a quelli del Movimento 5 Stelle perché da una ridefinizione delle politiche finanziarie dello Stato, per ora impegnate a sostenere le banche e le grandi imprese, possano scaturire quelle strategie in grado di rendere pienamente attuabile il reddito di cittadinanza, obiettivo dei 5 Stelle per NON ESCLUDERE NESSUNO, per ristabilire effettivi criteri di uguaglianza fra i cittadini.

Ma la presenza di Alessandro Di Battista a Ragusa non prevede solo interventi contro il dilagare dei crimini finanziari delle banche, contro le politiche economiche degli ultimi governi, contro la Bancocrazia in genere, sarà l’occasione per parlare di politica perché c’è voglia di fare politica, di ritornare a essere coinvolti dalla politica e dai politici non di professione.

L’obiettivo dei 5 Stelle, come ha ribadito Di Battista in altre piazze, non è quello di cercare consenso ma, piuttosto, di informare i cittadini perché si ritiene essenziale e necessaria una corretta informazione su quello che accade.

I tagli spropositati vengono definiti ‘aggiustamenti strutturali’, i finanziamenti ai partiti sono chiamati ‘rimborsi elettorali’ che, però, non vengono mai rendicontati, c’è una sovrabbondanza di termini inglesi per abbellire misure drastiche a danno della collettività, così sono il jobs act o il bail in, non si contano gli intrecci tra poteri finanziari, grandi imprese, proprietari di giornali e banche in difficoltà, con i giornalisti che non sempre trattano questi temi con la stessa attenzione con la quale si occupano dei 5 Stelle.

Su questi argomenti Alessandro Di Battista incentra i suoi incontri con le città, per informare, per far aprire gli occhi sulla falsa sinistra radical chic che si oppone, in Parlamento, alle possibili modifiche su vitalizi e altre macroscopiche distorsioni della vecchia politica, quella politica che è stata costruita apposta per far allontanare la gente dal cuore delle problematiche.

All’incontro di sabato pomeriggio, in piazza San Giovanni, è prevista la presenza del leader siciliano del Movimento 5 Stelle, Giancarlo Cancelleri e di altri esponenti pentastellati, prevedibile che saranno affrontati anche i temi emergenti della politica regionale.

Print Friendly, PDF & Email