Marzana (M5S): “Parlamento restituisce onore agli autori meridionali, dignità alla scuola e memoria al genio culturale ibleo”

ROMA – Approvata alla Camera dei Deputati la risoluzione del MoVimento 5 stelle, presentata dalla Deputata siciliana Maria Marzana, per riportare nei licei lo studio degli autori meridionali del ‘900 esclusi nel 2010 dalle indicazioni ministeriali.
“Sono molto soddisfatta del risultato raggiunto in Commissione Cultura, finalmente è di nuovo riconosciuta agli autori meridionali del ‘900 la collocazione nazionale e il prestigio che meritano”, ha dichiarato la Deputata pentastellata rosolinese che aggiunge “I luoghi iblei familiari a questi autori tornano a vivere nei testi scolastici: Siracusa, Pachino, Modica e Comiso, per esempio, hanno dato i natali rispettivamente a Vittorini, Brancati, Quasimodo e Bufalino”.
La risoluzione impegna il Governo a rivedere le Indicazioni per l’insegnamento della letteratura del ‘900 nei licei in modo che i docenti possano proporre agli studenti autori e testi che rappresentino in maniera omogenea, dal nord al sud Italia, la nostra ricca tradizione artistica e letteraria.
“E’ un risultato che condivido con i cittadini, le associazioni e gli esperti del mondo culturale, i quali in questi mesi hanno garantito il loro sostegno per porre rimedio ad una delle tante scellerate decisioni dell’allora Ministra dell’istruzione Gelmini, che senza ritegno aveva escluso dalle Indicazioni Nazionali autori del sud come Sciascia, Tomasi di Lampedusa e persino i premi Nobel Quasimodo e Deledda, veicolando così agli studenti un’immagine parziale e distorta della letteratura italiana”, riprende Marzana.
A dimostrare una grande sensibilità sul tema pure l’Università di Catania e il 1° Istituto “Archimede” di Rosolini che su proposta dell’Associazione “I Netini di Roma” hanno contribuito all’organizzazione di un Convegno sulla letteratura meridionale del secolo scorso, al quale ha preso parte pure lo scrittore Pino Aprile.
“In occasione delle due manifestazioni culturali ho colto l’occasione per ribadire che studiare gli autori del sud significa conoscere la nostra storia, la nostra cultura, le nostre radici, indispensabili chiavi di lettura del presente”, aggiunge la Deputata pentastellata.
“Adesso spetta al Governo dare concreta attuazione all’impegno, io vigilerò affinché questo avvenga” conclude la Deputata Marzana.

Print Friendly, PDF & Email