Mercato di Vittoria, il deputato M5S Ferreri interroga la Regione: “E’ allarme sicurezza, troppe infiltrazioni della criminalità organizzata”

Palermo, 2 marzo 2017 – “Crocetta e quel che resta del suo governo ci dicano quali iniziative intendano adottare per contrastare il dilagare delle infiltrazioni mafiose all’interno del settore agroalimentare siciliano”. E’ questa la richiesta principale contenuta in una interpellanza appena depositata all’Ars dalla deputata iblea del M5S Vanessa Ferreri.

“La città di Vittoria sta subendo un forte attacco da parte della criminalità organizzata nel settore della commercializzazione e del trasporto dei prodotti agroalimentari, questo è evidente” – spiega la parlamentare. “In due mesi – aggiunge – ci sono stati due vili attentati incendiari a danno di aziende di autotrasporti, con l’ultima che stava quasi per costare la vita all’autista di uno dei Tir”.

“Che il settore della commercializzazione agricola e dei trasporti dei prodotti sia preda delle infiltrazioni della criminalità organizzata, stante il voluminoso giro d’affari, è noto già da tempo”, afferma la deputata 5Stelle. E’ infatti soltanto di qualche giorno fa la scoperta della Guardia di Finanza di Catania di un giro di estorsioni, con presunte infiltrazioni non solo mafiose, ma anche camorristiche, radicato al mercato ortofrutticolo di contrada Fanello a Vittoria.

“Occorre tutelare la città di Vittoria, il Mercato ortofrutticolo e tutti gli operatori del settore, – continua la deputata di Acate – e per far questo è necessario che il presidente della Regione e l’assessore all’Agricoltura sbattano i pugni sui tavoli romani per pretendere un numero adeguato di Forze dell’Ordine e regole e controlli dell’intera filiera agroalimentare. La presenza a Vittoria della commissione regionale Antimafia è stata una dimostrazione dell’attenzione con cui il Parlamento siciliano guarda alla città. Lo dimostrano anche i numerosi atti parlamentari presentati dai deputati sulla crisi dell’agricoltura, sulla virosi, sulle calamità naturali che hanno colpito questo territorio. Atti che questo governo ha sempre fatto finta di non vedere”.

Durante l’incontro con la Commissione Antimafia Regionale, il gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle di Vittoria ha consegnato al presidente della commissione Antimafia Musumeci un documento in cui vengono chiaramente enucleate le principali anomalie e vulnerabilità che caratterizzano il settore della produzione e della commercializzazione agroalimentare nella città di Vittoria.

“Vulnerabilità che vengono spesse taciute: dalla contraffazione degli ortaggi, a causa dell’introduzione di prodotti esterni provenienti da altre aree del mediterraneo, ma etichettate e commercializzate come produzioni siciliane; all’usura, che causa l’indebitamento delle piccole e medie imprese agricole e che ha come conseguenza l’impressionante numero di procedure esecutive e di vendite all’asta di beni immobili attualmente riscontrabile nel territorio della città di Vittoria. Ma viene denunciata anche la confusione dei ruoli all’interno del Mercato ortofrutticolo e il sistema della mercuriale e della formazione del prezzo del prodotto. Un documento scottante, di cui la commissione Antimafia non può non tener conto”, conclude la Ferreri.

Print Friendly, PDF & Email