Messina (IDV): sbloccare quota 96 e coinvolgere tutte parti sociali

“La rivoluzione si fa partendo dalla scuola. Dopo la riforma Gelmini, che noi di Italia dei Valori abbiamo osteggiato perchè ha compresso ogni prospettiva formativa e professionale nel nostro Paese, con tagli indiscriminati, oggi si punta al merito, alla qualità e ad investire in una delle principali fonti di sviluppo sociale. Dalle linee guida annunciate dal Ministro Giannini sembrano intravedersi passi in avanti , soprattutto per i precari che da anni combattono con poche garanzie e molte incertezze. Una scuola innovativa che parla con un linguaggio e strumenti diversi, utili a coinvolgere e stimolare le competenze. Tuttavia, rimane ancora irrisolto il nodo dei Quota 96 che di soluzioni ancora non ne hanno viste. Sembrava che ad una conclusione si stesse arrivando, per lo meno fino a quando la norma che avrebbe garantito la possibilità di congedo ai 4mila lavoratori della scuola non è stata sospesa dal decreto PA. Auspichiamo che in questa nuova strada intrapresa, come annunciato, si arrivi ad una riforma completa che interessi tutte le parti sociali coinvolte, puntando a migliorare un sistema formativo che in Italia è stato messo all’angolo, a danno di tutti e del futuro. ” E’ quanto dichiara in una nota il Segretario Nazionale di Italia dei Valori Ignazio Messina.

Print Friendly, PDF & Email