Misterbianco, folla ai tavoli di lavoro per la Città del Domani. Corsaro: «Assoluta novità, la politica del domani sarà politica della gente»

Allo Stabilimento Monaco confronto fra cittadini ed esperti sul programma di governo per Marco Corsaro sindaco di Misterbianco. Il candidato: «Assoluta novità nel segno della partecipazione per la nostra città, la politica del domani dovrà essere la politica della gente, non delle poltrone».

Misterbianco – Cittadini ed esperti fianco a fianco per scrivere «il programma di governo della Città del Domani». Ecco cos’è stata la giornata centrata sui tavoli tematici che la coalizione a sostegno di Marco Corsaro sindaco di Misterbianco ha organizzato negli spazi dello Stabilimento Monaco. Attorno ad otto tavoli dedicati a temi quali lavoro, welfare, mobilità, urbanistica, sviluppo, europa, impresa, turismo, rifiuti, sicurezza, giovani, sport si sono ritrovati centinaia di cittadini cui è stata affidata la redazioni di proposte da inserire nel programma elettorale dello schieramento. Documento che verrà presentato il prossimo 6 maggio all’Auditorium Nelson Mandela di Misterbianco.

A guidare i lavori di ciascun gruppo c’erano esperti, tecnici e rappresentanti istituzionali: l’europarlamentare Giovanni La Via, l’assessore regionale del Turismo Anthony Barbagallo, i sindaci di Belpasso e Camporotondo Etneo, Carlo Caputo e Filippo Privitera, l’ingegnere Santo Tirendi, l’esperto in sviluppo e creazione d’impresa dell’Università degli studi di Catania Aldo Missale, l’esperta in politiche sociali Graziella Zitelli, il cav. Francesco Zaccà, il rappresentante dell’Anci Maurizio Lo Galbo, consigliere comunale a Bagheria (Pa). Presenti inoltre i rappresentanti ed i candidati delle forze civiche che sostengono la sfida di Corsaro, 32 anni, già consigliere comunale e vicesindaco.

«Siamo convinti che la politica del domani dovrà essere la politica della gente anche a Misterbianco – questo il commento del candidato sindaco Marco Corsaro – anche per questo abbiamo organizzato questo tipo di giornata, un’assoluta novità nel segno della partecipazione per la nostra città». «Ci stiamo dedicando soprattutto all’ascolto delle idee e dei bisogni del cittadinanza – aggiunge – Spesso si tratta di esigenze concrete, altre volte di idee innovative, altre ancora di quel semplice buon senso che la vecchia politica mostra di aver dimenticato. Tutto ciò dovrà trovare spazio nell’operato della futura amministrazione comunale di Misterbianco».

Print Friendly, PDF & Email