Modica. Graffa su accorpamento camere di commercio di Ragusa, Siracusa e Catania

MODICA – L’orientamento all’accentramento dei presidi istituzionali che, durante gli ultimi anni, il Governo nazionale sta inopinatamente perpetrando, danneggia fortemente l’autonomia e la competitività dei territori e ne lede il funzionamento democratico. Dopo averci privato del Tribunale, del carcere, di parte dei servizi sanitari ecc.., si mettono le mani sulla Camera di Commercio, volano dell’economia del territorio Ibleo, prevedendo l’accorpamento con le Camere di Commercio di Siracusa e Catania, che si fondano su un tessuto economico completamente diverso e per questo non coincidente negli interessi.
Prendo atto con soddisfazione del comunicato con il quale il Governatore Crocetta annuncia che il Ministro Calenda accoglie la richiesta di revoca del decreto di accorpamento delle Camere di Commercio di Ragusa, Siracusa e Catania e che convocherà la conferenza Stato Regione per sancirne definitivamente la separazione. A nome di tutto il Consiglio, che ha votato unanimemente il documento con il quale si fa formale richiesta di revoca dell’accorpamento, chiedo che Crocetta revochi il decreto di accorpamento prima di giorno 28 febbraio, data in cui è fissata la data del Consiglio Camerale delle tre Camere riunite. Ciò al fine di evitare confusione ed incertezza sulla legittimità o meno dell’insediamento Camerale unificato.
Vigileremo affinché il comunicato si trasformi in atti concreti e definitivi.

Il Presidente del Consiglio Comunale di Modica
Roberto Garaffa

Print Friendly, PDF & Email