Movimento 5 Stelle Acate: “Aggiornamenti dal fronte”. Riceviamo e pubblichiamo.

Redazione Due, Acate (Rg) 9 aprile 2016.- Nell’ultimo consiglio comunale del 07/04/2016 abbiamo affrontato cinque punti. Il primo, relativo a una convenzione tra comuni, è stato rinviato per poterne approfondire alcuni aspetti. Il secondo e il terzo prevedevano il recesso del nostro comune da alcuni consorzi: da uno siamo usciti fuori (Consorzio Valle dell’Ippari), mentre di un altro (Distretto turistico degli Iblei) abbiamo preferito continuare a far parte perché crediamo possa essere utile per il turismo acatese. Sarebbe stato interessante sentire anche l’opinione dell’assessore Doroti Cutrera la quale, forse non sapendo di avere le deleghe allo sport e al turismo, ieri ha pensato bene di non presentarsi. Nel quarto punto la consigliera Federica Tidona ha chiesto al sindaco perché, a distanza di un anno, la nostra richiesta del controllo delle emissioni elettromagnetiche sia rimasta lettera morta. Infatti nel territorio acatese ci sono diverse grandi antenne di società private, e noi temiamo che vengano prodotte emissioni pericolose per l’uomo. Il sindaco si è giustificato dicendo che se ne era dimenticato. Ma come? Il sindaco che si “preoccupa” del tumore degli acatesi e che aveva fretta di privatizzare il depuratore, per sbadataggine si scorda un simile punto? Be’, effettivamente questa volta non ci sono pubblici ministeri che glielo ricordino… Infine abbiamo chiesto al sindaco e al segretario comunale quello che molti acatesi ci hanno chiesto: come è possibile che il campetto di atletica sia stato affidato a titolo di comodato gratuito a un’associazione non sportiva, senza nessuna gara e senza rispettare il regolamento che era stato approvato dalla stessa maggioranza? Anche su questo punto ci sarebbe piaciuto conoscere il parere dell’assessore allo sport ma, come detto, Doroti Cutrera era assente. Ci sarebbe piaciuto chiederle perché, dopo due anni, non si è fatto il bando per l’affidamento del campetto d’atletica e cosa pensa di questo affidamento. In aula c’era però Carmelo Campagnolo, assessore alla protezione civile, che con ogni probabilità non ha nemmeno letto il testo dell’interrogazione visto che ha cercato di impietosire i consiglieri facendo l’elogio della protezione civile. Nessuno, infatti, ha mai attaccato la protezione civile e, anzi, siamo assolutamente d’accordo sull’utilità di questa associazione. Il problema è il rispetto della legalità. E la nostra preoccupazione era tutt’altro che infondata, visto che lo stesso segretario comunale ha invitato l’amministrazione a tornare sui propri passi e ritirare la delibera con cui concede il campetto. Insomma, l’ennesimo passo falso del sindaco Raffo, l’esperto delle procedure amministrative.

 

Inizio modulo

Print Friendly, PDF & Email