Naufragio. Ingroia: “Un genocidio sotto gli occhi colpevoli dell’occidente”

ROMA – “L’occidente dovrebbe vergognarsi di fronte a certe tragedie. Un vero genocidio sotto gli occhi impassibili e colpevoli dell’occidente. È stato l’occidente, infatti, a creare tutte le condizioni perché si fugga da paesi in guerra, depredando e saccheggiando nel corso dei secoli e lasciando macerie e regimi autoritari che sfruttano e perseguitano. A questo si aggiungono la totale impreparazione e sottovalutazione del problema da parte di chi ha la gestione, a Roma e Bruxelles, del fenomeno dei migranti che non sono criminali da perseguire ma disperati da aiutare“. Lo ha detto il presidente di Azione Civile Antonio Ingroia.È ora di dire basta. L’Unione Europea e il governo italiano devono assumersi le proprie responsabilità e fare in modo che queste tragedie non accadano più e che non si ripetano gli errori del passato, visto che, come ha ben detto il Presidente Mattarella, tutte le iniziative finora assunte dalla comunità internazionale sono risulta totalmente insufficienti. Questa strage, questa tragedia dell’umanità va fermata a tutti i costi e in ogni modo. E si perseguano la criminalità organizzata che, impunita, ci guadagna sopra e coloro che politicamente sembrano gioirne, da Salvini alla Santanchè, che hanno perso l’ennesima occasione per tacere e lasciare spazio al rispetto per i morti. Perfino Berlusconi dimostra di averne rispetto, forse perché consapevole delle gravi responsabilità dei suoi passati governi”.

Print Friendly, PDF & Email