Nicosia: “Menzogne sul piano di dimensionamento scolastico. Solo noi siamo intervenuti”. Riceviamo e pubblichiamo

VITTORIA – E’ sul piano di dimensionamento della rete scolastica cittadina che interviene il presidente della commissione scuola del Comune di Vittoria, Andrea Nicosia, il quale attacca duramente le menzogne messe in campo dal consigliere Francesco Aiello al fine di raccattare, vista l’evidente difficoltà nella ricerca di consenso, le attenzioni degli scontenti a qualunque costo.

“Sul piano abbiamo condotto, nei mesi addietro – spiega Nicosia – una battaglia e siamo stati gli unici a farlo insieme ai genitori e ai dirigenti scolastici che, con noi, non condividevano il contenuto del piano perché sbagliato. Un piano scellerato e non corrispondente alle esigenze della città né sul piano della continuità didattica, né su quello della continuità territoriale delle scuole presenti in città. Abbiamo pressantemente chiesto all’ amministrazione comunale di intervenire”.

“Abbiamo chiesto all’assessorato regionale di revocare il decreto con questo piano. Senza mai ricevere alcuna risposta. Aiello, mentre noi incontravamo i dirigenti e le scuole, dormiva nell’assoluto disinteresse. Probabilmente era a urlare e a schiumare rabbia come di consueto ma lontano e distante dai problemi della città e senza mettere in campo, come di consueto, alcuna azione politica. Oggi, si sveglia dal letargo e promette di instaurare un giudizio al Tribunale amministrativo regionale. Niente di più falso o irrealizzabile! La solita sparata qualunquista ed elettorale per calamitare attenzione e cercare di ripresentarsi sulla scena dopo 30 anni e dopo sonori fallimenti. Piuttosto, perché non chiede agli esponenti che a Palermo governano la regione di intervenire. Perché non chiede ai suoi riferimenti politici come Cardinale, capo del partito che oggi sostiene la sua candidatura, di ottenere a Palermo la revoca dell’atto?”, aggiunge l’esponente della coalizione Moscato Sindaco.

“La verità è che il peggior Aiello che la storia abbia conosciuto sta venendo fuori. Smanioso di vendetta e assetato di potere. Per lui è questa la politica. Noi taglieremo i ponti con questa cattiva politica che per decenni ha devastato Vittoria con la sua demagogia e la sua inconcludenza. Abbiamo già assunto un impegno con la città. Nei primi 100 giorni di governo, rivedremo il piano di dimensionamento della rete e chiederemo alla Regione la modifica del decreto”, ha concluso Nicosia.

Print Friendly, PDF & Email