Nuovi LEA e Nomenclatore protesico, Lorefice: «Lorenzin e Padoan diano delle risposte concrete. Non bastano più proclami e bozze»

Roma – «È dal 2001 che i cittadini aspettano i nuovi LEA e ancora il Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, tenta di sviare la realtà. Il M5S -con un’interrogazione a prima firma della deputata Marialucia Lorefice- ha chiesto ai Ministri Padoan e Lorenzin di rispondere in maniera chiara e specifica su nuovi Lea e nomenclatore protesico -lo evidenzia la parlamentare, membro della Commissione Affari Sociali, alla luce delle ultime dichiarazioni del Ministro della Salute Lorenzin-. Le dichiarazioni per nulla chiare che si sono susseguite, i botta e risposta, non permettono di comprendere quale sia realmente il problema relativo alla messa in atto dei nuovi Lea e del nomenclatore protesico. Le dichiarazioni, in risposta alla Lorenzin, del presidente della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini, riguardo ai Lea ed al nomenclatore protesico, evidenziano anche -continua la Lorefice- che al vaglio degli assessori delle Regioni ci sia l’ennesima bozza. Continua il gioco di rimbalzi. Governo, dicasteri e Regioni continuano a portare avanti un linguaggio politically correct che non lascia neanche trapelare quali possano essere i tempi necessari per rendere tutto questo concreto. La nostra interrogazione –aggiunge la parlamentare- mira a fare chiarezza tra tutte le notizie emerse. Di certo i ministeri coinvolti dovranno rendere note tempistiche e ragioni del rallentamento dell’iter. Oltre alla bozza, che il Ministro Lorenzin ha reso nota tramite i media, noi aspettiamo ancora la firma del decreto. Sedici anni di bozze non hanno ancora portato a nulla di concreto. Solo la firma del decreto sarà una certezza».

Print Friendly, PDF & Email