Oggi vi chiudo il mercatino e domani….chissà (Lettere in redazione)

Vittoria, 20 giugno 2015 – Come preannunciato ieri sera, stamattina il Movimento “Città Libera” di Vittoria ha portato la propria solidarietà e la propria vicinanza, agli operatori del Mercatino del sabato, vittime dell’illegittima ed ingiusta chiusura della struttura del Mercatino del sabato.
Durante la manifestazione, che si è svolta in modo pacifico e senza alcun disordine, come qualcuno paventava o sperava, abbiamo avuto modo di parlare e raccogliere le testimonianze di alcuni operatori del settore che hanno dimostrato una ragionevolezza e una coscienza dei problemi che affliggono la struttura mercatale del sabato, che fa da contrappasso alla posizione di chiusura e di irragionevolezza tenuta dall’Amministrazione Comunale sul problema.
Infatti, considerato che le associazioni di categoria e gli operatori del settore chiedono da mesi un incontro con l’Amministrazione Comunale e con il Sindaco senza avere alcuna risposta e alcun riscontro, considerato che la struttura è completamente abbandonata a se stessa, senza regole e senza controlli, che gli operatori sono i primi a richiedere peraltro portando ad esempio altre realtà, anche viciniori, in cui i controlli e le regole esistono e vengono fatte rispettare, considerato che in tutta l’area del mercato non si vede nè un cassonetto, nè un bagno chimico, e considerato infine che la pulizia dell’area avviene con notevole ritardo rispetto alla fine delle vendite, ordinare di punto in bianco la chiusura, adducendo motivazioni, a dir poco discutibili, appare un atto e un gesto di estrema irragionevolezza.
Molte volte abbiamo sottolineato come l’Amministrazione dovrebbe essere per la Città e per i suoi Cittadini madre e non matrigna e in questo caso attraverso un dialogo con i sindacati e gli operatori, questa Giunta avrebbe potuto fronteggiare i problemi ma, evidentemente, ha perso un’altra occasione per comportarsi da “madre”, si è voluta fare sentire ancora una volta e in modo forte “La Voce del Padrone” perdendo così un’altra occasione per gestire con ragionevolezza e senso di responsabilità la Cosa Pubblica.
A questo punto ci aspettiamo che il Sindaco, con Ordinanza, chiuda intere strade, piazze, quartieri, lotti liberi, in cui la sporcizia e l’incuria sono ben presenti e visibili per esclusiva responsabilità dell’Amministrazione del Partito Democratico di Vittoria.
Giovanni Lombardo

Print Friendly, PDF & Email