Olio oliva. Scilipoti Isgrò (FI): “Dopo immissione tunisino crollano prezzi”

Roma, 6 apr – “Dopo settimane passate ad avvisare Renzi dell’ennesimo raggiro che avrebbe reso vittima gli olivicoltori italiani, arrivano i primi dati oggettivi che fotografano una realtà da noi già paventata: se da una parte Confagricoltura stima una crescita della produzione di olio, dall’altra viene registrato un crollo dei prezzi in questi primi mesi del 2016”. Lo afferma Domenico Scilipoti Isgrò, senatore di Forza Italia.
“Essere delle cassandre non vuol dire essere gufi, era chiaro che in un mercato globale, dando il via libera all’importazione dalla Tunisia di ulteriori 70mila tonnellate di olio d’oliva a dazio zero, quindi con una forte pressione al ribasso, si sarebbero danneggiati soprattutto i nostri produttori”, aggiunge Scilipoti Isgrò.“Il Governo Renzi si conferma nemico degli italiani e amico solo delle lobby: nessun veto sulle decisioni di Bruxelles in merito alla questione ma in prima linea per gli interessi dei soliti noti, con emendamenti notturni e portatori di conflitti d’interesse. Serve un cambio di passo immediato che protegga il Made in Italy e le caratteristiche specifiche delle nostre eccellenze agroalimentari. Ma questo Governo pare muoversi in tutt’altra direzione”, conclude Scilipoti Isgrò.

Print Friendly, PDF & Email