Palermo, assemblea PD ritrova amore per Rosario Crocetta

Carmelo Raffa

Palermo, 10 novembre 2014 – “Con la nascita del nuovo governo Crocetta chiudiamo un lungo periodo faticoso segnato da un duro scontro al nostro interno e apriamo una nuova fase politica: il Pd oggi ha sulle spalle una responsabilità più grande” sono state le parole pronunziate ad apertura dei lavori dell’assemblea del Partito Democratico di oggi dal segretario regionale del Pd, Fausto Raciti, che ha aggiunto:

“Abbiamo vissuto mesi in una battaglia profondamente politica non per questioni correntizie o posizionamenti per posti al sole ma per visioni di analisi differenti rispetto alle risposte del Crocetta bis. Dentro questa contrapposizione oggi invece registriamo un punto di svolta significativo, quel governo su cui ci siamo divisi non c’è più, è stato azzerato e questo ha permesso di aprire una nuova fase. Questa è una vittoria di tutto il Pd e del presidente della Regione”.

Se quanto affermato dal giovane Segretario Raciti porta alla distensione tra il Partito ed il Governatore non possiamo sottacere il fatto da noi  rilevato che i dirigenti regionali del Partito Democratico hanno riservato un’accoglienza calorosa al Governatore manifestata con un lungo applauso. Il Governatore parlando con i giornalisti si è detto fiducioso sulla ripresa della collaborazione col Partito di Fausto Raciti. “Non avevo dubbi sul fatto che avremmo ritrovato l’unità, ha detto Rosario Crocetta, abbiamo allenato tutti i muscoli e siamo pronti a fare un grande lavoro”.

Che possiamo scrivere di questa ritrovata pace tra Crocetta, il PD e gli altri gruppi della maggioranza all’ARS?

Nei mesi scorsi abbiamo mosso le giuste critiche ad un Governatore che purtroppo per Lui e principalmente per i siciliani non è riuscito a promuovere iniziative volte ad un serio rilancio dello sviluppo e della produttività nell’isola. A pagarne lo scotto sono state le Persone della comunità regionale che come risulta da tutti gli indicatori economici si sono ritrovati sempre più poveri.

A questo punto non ci rimane che tifare per questo ritrovato amore tra Il Governatore ed i partiti finalizzandolo al ritrovato interesse per fare qualcosa di buono per i poveri, per le persone che hanno perso il lavoro e per i giovani che non l’hanno mai avuto.

Print Friendly, PDF & Email