Peperoni, nessun buco nelle forniture. Sindaco Iurato: “Nostri produttori garantiscono merce e qualità. Basta con la disinformazione”

SANTA CROCE CAMERINA – “Siamo sinceramente amareggiati per la continua disinformazione tesa a screditare le produzioni del nostro territorio“. Lo afferma il sindaco di Santa Croce Camerina, Franca Iurato, a proposito delle dichiarazioni rilasciate da un rappresentante di una grossa azienda all’ingrosso, Luigi Battisti, sul sito web FreshPlaza, che si occupa di commercio di frutta e verdura, dichiarazioni riprese anche da alcuni organi di stampa locali, in cui si dice che “in Italia c’è carenza di peperoni di qualità. Quello siciliano è sul termine della stagione e la merce che arriva sui mercati è un prodotto di fine pianta, non proprio perfettissimo. Per questo ci siamo rivolti alla Spagna“. In queste ultime ore, il sindaco Iurato si è recata al mercato ortofrutticolo per avere chiarimenti, rispetto a quanto asserito, da commissionari e produttori e ha potuto appurare che le dichiarazioni in questione non rispondono al vero. “Possiamo contare, allo stato attuale – aggiunge il primo cittadino – su produzioni eccellenti di giallo e di rosso. Ma non solo. I quantitativi di peperone disponibili giornalmente superano le duecento tonnellate e si tratta di cifre sottostimate. Ci troviamo, dunque, nel pieno della produzione. I peperoni della nostra zona non temono confronti con nessuno. Lo ribadisco. Il livello qualitativo è altissimo, da marzo sino a luglio. Subito dopo, si procederà alla nuova campagna agraria attraverso l’estirpazione e la sterilizzazione del terreno con la solarizzazione, quindi in maniera assolutamente naturale. Rimaniamo, inoltre, a disposizione del signor Battisti per fornirgli tutte le indicazioni in merito alla produzione di peperoni e di altri ortaggi della nostra zona. Saremmo lieti se volesse verificare di persona e per questo lo invitiamo a venire dalle nostre parti. Rimaniamo disponibili a qualsiasi tipo di interlocuzione nell’interesse delle giuste rivendicazioni a tutela delle eccellenti produzioni del nostro territorio“.

Print Friendly, PDF & Email