Raddoppio Ragusa-Catania, parte da Vittoria la mobilitazione dei Comuni

VITTORIA – In occasione della manifestazione di protesta che ieri mattina si è svolta nella parrocchia dello Spirito Santo, il sindaco, Giuseppe Nicosia, ha proposto ai primi cittadini della provincia una linea d’azione comune per scongiurare il rischio che “salti” il raddoppio della Ragusa-Catania.
“Le notizie che si rincorrono – ha dichiarato Nicosia – sono confuse e contrastanti. C’è chi sostiene che l’opera sia stata esclusa dal novero di quelle di interesse strategico e chi invece sostiene che il raddoppio si farà. Assieme ai colleghi degli altri Comuni della provincia ho concordato l’avvio di un’azione di sensibilizzazione e di protesta nei confronti del governo nazionale se non arriveranno in tempi celeri rassicurazioni sulla conclusione dell’iter e sull’avvio dei lavori. È in gioco il destino di un’opera imprescindibile per il nostro territorio e per i suoi collegamenti con l’aeroporto di Comiso, con il porto di Pozzallo e con il mercato ortofrutticolo e l’autoporto di Vittoria. Da qui partono i collegamenti del Mediterraneo con il mondo: non possiamo fare a meno di un’arteria  che vede transitare centinaia di tir ogni giorno. Su questa questione chiediamo un intervento deciso dei parlamentari locali, e come sindaci siamo pronti a mobilitarci. Intanto, ieri pomeriggio abbiamo partecipto alla riunione presso la Camera di Commercio di Ragusa e che ha visto la presenza dei sindaci di Catania e di Siracusa”.

Print Friendly, PDF & Email