Ragusa. Chiavola e D’Asta su operai antincendio utilizzati dal comune

Consiglieri PD Chiavola e D’Asta: “Una sperimentazione positiva da riproporre anche in futuro”

Ragusa, 22 ottobre 2015 – Riceviamo e pubblichiamo una nota stampa a firma di Mario Chiavola e Mario D’Asta, Consiglieri comunali Pd Ragusa:

“Troppo spesso bistrattati, stanno dimostrando di potere dare parecchio se utilizzati in maniera adeguata e sfruttando al meglio tutte le occasioni fornite dalla normativa vigente”. I consiglieri comunali del Pd Mario Chiavola e Mario D’Asta fanno riferimento all’attività dei 77 operai a tempo determinato del contingente antincendio del corpo forestale che, per cinque giorni, sono utilizzati dal Comune di Ragusa che ha sottoscritto la convenzione con l’Irf di Ragusa sulla scorta di un input proveniente dalla Regione.
“Una sperimentazione senza ombra di dubbio positiva – dicono i due consiglieri democratici – quasi a volere smentire che non tutto quello che arriva da Palermo è negativo. Bene ha fatto il Comune a fornire il proprio assenso a tale ipotesi di collaborazione e i primi risultati si cominciano già a vedere. Certo, rispetto alla manutenzione delle strade comunali esterne previste dal programma, da viale delle Americhe al cavalcavia di Bruscé, dalla vallata Santa Domenica ad alcune arterie stradali di San Giacomo, magari, in cinque giorni, non sarà possibile completarle tutte. E però, ad esempio, è stata effettuata la potatura di tutti gli alberi che insistono nella strada che dall’ex Ss 115 conduce sino a largo San Paolo. E ciò non accadeva da decenni. E poi si è proseguito per tutta la circonvallazione sino ad arrivare dinanzi alla chiesa del Santissimo Ritrovato. Sono state curate anche le scalinate che dalla circonvallazione conducono sino al cuore del quartiere barocco. Questo ci fa comprendere come, attraverso adeguati percorsi di collaborazione, piuttosto che prediligere per partito preso, come accaduto in altre occasioni, l’isolamento, si possa arrivare a raggiungere risultati fondamentali soprattutto per quanto attiene il discorso legato alla sicurezza dei cittadini. E’ un aspetto da non sottovalutare e che, se ci saranno le condizioni, vale la pena di ripetere pure in altre occasioni”.

Print Friendly, PDF & Email