Ragusa. Una conferenza stampa del PD per sollecitare l’Amm. Piccitto a rilanciare la biblioteca comunale

RAGUSA – Il capogruppo del Pd al Consiglio comunale, Mario D’Asta, assieme ai circoli Rinascita Dem e Pippo Tumino e ai giovani dem di Ragusa, ha tenuto, questa mattina, una conferenza stampa dinanzi alla biblioteca comunale. “L’obiettivo che ci siamo prefissati con questa iniziativa – ha detto D’Asta – è quello di rilanciare il prima possibile quella che noi definiamo la “casa del sapere comune” perchè non è possibile che, nonostante gli emendamenti al regolamento approvati otto mesi fa ed un atto di indirizzo esitato favorevolmente dal civico consesso appena qualche settimana addietro, l’Amministrazione comunale retta dal sindaco Federico Piccitto continui a fare orecchio da mercante e non adegui le esigenze della struttura a quelle dell’intera popolazione cittadina, soprattutto dei giovani, facendo in modo che la stessa rimanga aperta tutti i pomeriggi della settimana mentre tuttora resta chiusa il lunedì, mercoledì e venerdì pomeriggio. Abbiamo chiesto al sindaco di rispettare le scelte del civico consesso e di renderle subito operative. Torneremo a sollecitare il rispetto degli impegni, tra l’altro sanciti da atti approvati dall’intero civico consesso che, fino a prova contraria, rappresenta la volontà dell’intera città, e periodicamente punteremo i riflettori sulla vicenda fino a che la stessa non sarà risolta in maniera evidente. Vale la pena ricordare che già da tempo, grazie alle proposte del Pd adottate in seno al Consiglio, è stato votato l’aumento della fruizione a 36 ore estendendo l’apertura per tutti i pomeriggi della settimana. Perché il sindaco non fa rispettare tutto questo? Abbiamo altresì detto che si rende indispensabile una idea di biblioteca per renderla ancora un centro di elaborazione culturale e di aggregazione per tutte le associazioni culturali di Ragusa. Dobbiamo fare in modo che la “casa del sapere” sia attraente per tutte le fasce generazionali della nostra città. Ringrazio, oltre a tutti gli altri che sono stati presenti, in modo particolare Giorgio Flaccavento e Franco Cilia, due esponenti della cultura della nostra città che non hanno bisogno di presentazioni e che hanno deciso di appoggiare questa battaglia per favorire la crescita culturale a Ragusa. Nessun attacco politico ma giusto la necessità di sottolineare che questo provvedimento del rilancio della biblioteca comunale deve essere assunto il prima possibile. Già a partire dalla prossima settimana quando si discuterà di bilancio. Vorremmo che da settembre, quando dopo le ferie estive sarà possibile pianificare il nuovo anno con maggiore attenzione, il sindaco prenda a cuore questa vicenda e decida di agire il prima possibile. Il sindaco, in definitiva, abbia rispetto della città e del massimo consesso civico dato che è già da tre volte che non si presenta in Consiglio comunale per discutere la nostra interrogazione. E il presidente del Consiglio richiami il sindaco, facendo sì che ci sia il massimo rispetto per il civico consesso e i consiglieri”.

Print Friendly, PDF & Email