Ragusa. D’Asta e Chiavola: “Cancelli chiusi al giardino ibleo in una domenica mattina di maggio a Ibla. Non è così che si fa turismo”

I CONSIGLIERI D’ASTA E CHIAVOLA: “I TURISTI SONO RIMASTI DIETRO LE PORTE. NON E’ COSI’ CHE A RAGUSA SI FA ACCOGLIENZA”

RAGUSA – “I turisti arrivano, vengono a visitare le bellezze della nostra città, arricchiscono la nostra economia e noi per tutta risposta come li accogliamo? In una splendida domenica mattina di maggio, alle 9,40, facciamo trovare le porte del Giardino Ibleo assolutamente sbarrate, impedendo loro di potere godere di uno spazio impareggiabile tra quelli presenti nel quartiere barocco. No, non è così che si fa accoglienza”. La denuncia arriva dai consiglieri comunali del Pd, Mario D’Asta e Mario Chiavola, dopo avere ricevuto un minireport fotografico su quanto accaduto ieri mattina. “Dalle foto – sottolineano i due esponenti dem – si vedono alcune persone, da quanto ci riferiscono erano almeno una decina, che rimangono perplessi dietro i cancelli del Giardino Ibleo a cui non possono accedere perché, evidentemente, lo stesso era chiuso nonostante l’apertura sia prevista per le 9. E’ davvero un peccato che, in una giornata simile, con un numero di turisti davvero esorbitante per le vie del quartiere barocco, la nostra città abbia dovuto fare i conti con una simile figuraccia. Se fossimo stati in pieno periodo invernale nessuno l’avrebbe notato. Ma se Ragusa vuole studiare da Taormina, come da più parti si sente dire, deve rispondere in maniera più tempestiva e puntuale alle varie sollecitazioni provenienti dai visitatori e dagli operatori del settore. E’ fin troppo evidente che queste disattenzioni non possono essere tollerate. Chiediamo all’Amministrazione comunale, quindi, di intervenire e di apportare i necessari correttivi affinché questi episodi non si ripetano più”.

Print Friendly, PDF & Email