Ragusa, disabili. Morando: “Accesso in piscina più facile”

La piscina comunale potrà essere fruita meglio dai disabili sarà installato un impianto di elevazione per facilitare l’accesso in acqua. Il consigliere Morando: “dopo un anno di sollecitazioni, finalmente a Ragusa gli impianti sportivi compiono un passo in avanti verso la modernizzazione”

RAGUSA – La piscina comunale di contrada Selvaggio potrà essere fruita al meglio dai disabili. Nelle prossime ore, infatti, sarà installato un apposito impianto di elevazione per facilitare l’accesso in acqua dei portatori di handicap. E’ quanto rileva il consigliere comunale del Movimento civico ibleo, Gianluca Morando, che un anno fa si era intestato questa battaglia segnalando la necessità in aula e sollecitando l’Amministrazione comunale ad intervenire. “A distanza di dodici mesi – spiega Morando – possiamo cantare vittoria. Un ringraziamento, naturalmente, va rivolto all’Amministrazione comunale e agli uffici preposti per avere raccolto la nostra sollecitazione. E’ da considerare una conquista di civiltà perché non era più possibile che fossero gli operatori che assistono i disabili a scendere gli stessi nella vasca, prendendoli in braccio, dando vita ad uno sforzo che, in taluni casi, diventava esagerato e comunque in assenza di qualsiasi canone minimo legato alla sicurezza. Ora, invece, tutto è destinato a modificarsi e finalmente, grazie all’utilizzo di questo dispositivo, ci sarà la possibilità di abbattere potenziali pericoli e soprattutto di calare in acqua chi ha bisogno senza alcun tipo di problema, Grazie all’installazione di questo dispositivo, gli impianti comunali di Ragusa compiono un altro importante passo in avanti verso la modernizzazione da tutti auspicata. E grazie alle segnalazioni provenienti dai cittadini oltre che alle sollecitazioni effettuate in Consiglio, siamo riusciti a fare in modo che l’Amministrazione comunale si impegnasse. Dopo un anno è arrivato il risultato”.

Print Friendly, PDF & Email