Ragusa. Il gruppo consiliare “Insieme” interviene sul caso rifiuti. Riceviamo e pubblichiamo

RAGUSA – Il gruppo comunale di Insieme interviene a proposito dell’importante bando sulla raccolta dei rifiuti: “Ancora una volta ci tocca registrare il fallimento dell’amministrazione Piccitto. Ancora una volta avevamo per tempo avvisato il sindaco ed i suoi assessori, inutilmente. Un appalto da 80 milioni di euro, il cui bando era stato definito “rivoluzionario” dall’assessore Zanotto in occasione del passaggio in Consiglio comunale. Apprendiamo che allo scadere dei termini solamente due imprese hanno presentato offerte per il nuovo servizio di igiene ambientale. Due imprese di cui una è la stessa che da anni svolge il servizio in città. Un vero e proprio fallimento. Considerando anche il fatto che il bando di gara è stato redatto attraverso un incarico esterno costato ai cittadini 80 mila euro e che, al solito e per tempo, avevamo presentato una interrogazione consiliare evidenziando le criticità per la partecipazione al bando, con requisiti troppo stringenti per il libero mercato e che avrebbero di fatto limitato la partecipazione degli operatori economici. Così di fatto è stato: siamo stanchi di avere sempre ragione. È giunto il tempo per il Sindaco Piccitto di consapevolizzare la sua inefficienza e porre rimedio. Restituisca Ragusa ai ragusani consentendo nuove elezioni.
Lo faccia Lui ancor prima di essere sfiduciato dalla sua maggioranza che in questi ultimi giorni si è mostrata particolarmente critica rispetto all’azione amministrativa del primo cittadino”.

Il gruppo consiliare INSIEME

In foto Maurizio Tumino

Print Friendly, PDF & Email