Ragusa. lavori ripavimentazione via Sant’Anna Bene a metà, Ragusa in Movimento: “Nella parte superiore l’asfalto ha ricoperto la zanella con le basole storiche”

RAGUSA – “Ora, non per criticare sempre e comunque. Ma se i lavori, attesi da mesi, sono finalmente fatti che ciò avvenga, se non a regola d’arte, almeno seguendo gli indirizzi del buon padre di famiglia”. E’ l’affermazione che arriva dal presidente del movimento politico-culturale Ragusa in Movimento, Mario Chiavola, dopo avere raccolto le segnalazioni dei cittadini sulla ripavimentazione di via Sant’Anna. “Prendiamo atto del fatto – aggiunge Chiavola – che numerosi sono stati i problemi di carattere burocratico e tecnico che hanno impedito all’Amministrazione comunale di potere espletare gli adempimenti previsti nei tempi dovuti. Quindi, seppur in ritardo di mesi rispetto al completamento degli interventi di sostituzione della rete idrica obsoleta e fatiscente dell’intera zona, fatto assolutamente positivo, si è arrivati al dunque in queste ore. Ci chiediamo, però, perché nessuno abbia provveduto a monitorare come gli interventi di ripavimentazione sarebbero stati eseguiti. Infatti, se tutto è proceduto nella maniera migliore nella parte bassa di via Sant’Anna, quella che dall’incrocio con via Mario Leggio procede verso via Roma, lo stesso non si può dire per la parte superiore visto che con l’asfalto l’impresa appaltatrice ha coperto tutto, compreso la zanella formata dalle basole storiche. Diciamo noi: ma è mai possibile che si proceda così senza un minimo di attenzione, eliminando come se nulla fosse, con un colpo di bitume, è proprio il caso di dirlo, le tracce della nostra storia? Chiediamo al sindaco Piccitto e al vicesindaco Iannucci, che ha la delega ai Centri storici, di provvedere e di adoperarsi per trovare una soluzione a quello che, a tutta prima, sembra una disattenzione clamorosa a cui bisogna porre rimedio”.

Print Friendly, PDF & Email