Ragusa. Proposta di D’Asta e Chiavola sui 2mln di avanzo vincolato riferito alla legge su ibla

RAGUSA – Ammontano a quasi due milioni di euro, per l’esattezza 1.963.000 euro, i fondi dell’avanzo vincolato che fanno riferimento alla legge regionale 61/81, la cosiddetta legge su Ibla. A chiedere di rimodulare queste risorse economiche per utilizzarle ai fini dell’incentivazione nei centri storici sono i consiglieri comunali del Pd, Mario D’Asta e Mario Chiavola, che hanno presentato in Aula una apposita interrogazione indirizzandola all’assessore comunale ai Centri storici. “Nell’ultima delibera di Consiglio comunale riferita all’approvazione del bilancio – mettono in rilievo i due consiglieri comunali – si trova l’importo esatto dell’avanzo vincolato. Queste risorse economiche sono state applicate al bilancio e quindi possono essere spendibili. Sappiamo, d’altro canto, che non risultano, allo stato, fondi per l’incentivazione. Ecco perché riteniamo che si potrebbero ridurre i fondi dell’avanzo per destinarli alle incentivazioni. Si tratterebbe, a ogni modo, di una scelta che deve essere deliberata dal Consiglio comunale. Ed ecco perché chiediamo all’Amministrazione comunale di mettere in moto tutti i meccanismi necessari per utilizzare questi soldi incentivando, al contempo, tutti quei settori che potranno usufruire dei fondi in questione. Riteniamo che possa trattarsi di un modo intelligente e adeguato per spendere queste risorse economiche. Auspichiamo che il nostro appello possa essere accolto positivamente dalla maggioranza con l’obiettivo di fornire risposte operative alla collettività cittadina”.

Print Friendly, PDF & Email