Ragusa. Refezione scolastica, i consiglieri D’Asta e Chiavola: “Ancora una volta scelte sbagliate da parte della giunta”

Ragusa, 23 giugno 2015 – Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa a firma di Mario D’Asta e Mario Chiavola, Consiglieri comunali Pd Ragusa:

La rivisitazione dei parametri del modello Isee delle famiglie in relazione alla refezione scolastica determinerà l’aumento a dismisura dell’importo richiesto per l’acquisto dei 20 tagliandi per blocchetto. Lo affermano i consiglieri comunali del Partito Democratico di Ragusa, Mario D’Asta e Mario Chiavola, i quali, dopo l’aggiudicazione del servizio a una nuova ditta, ritengono che queste scelte non debbano ripercuotersi sui bilanci familiari. “I genitori – affermano i due consiglieri – sono giustamente preoccupati. Con le nuove tabelle, infatti, in alcuni casi il costo del servizio triplica. Per una famiglia di reddito Isee inferiore a 5.000 euro si passa dalle attuali 7 euro (per venti tagliandi) alle future 20. Nella fascia massima, dalle attuali 50 si arriva alle future 80. E ci pare che tutto ciò sia eccessivo. Quando abbiamo proposto la raccolta firme avevamo chiesto di aumentare la quota pro capite per ogni bambino così da migliorare il servizio stesso. Di certo non avevamo chiesto di mettere, ancora una volta, le mani nelle tasche delle famiglie aumentandone le spese. Quello che proponevamo, ovviamente, era a carico dell’Amministrazione. E non con queste percentuali così inique e ingiuste. Tra l’altro, così facendo saranno colpite le fasce più deboli”. I consiglieri D’Asta e Chiavola, poi, aggiungono: “Ricordiamo che l’Amministrazione comunale ci aveva promesso che il bando sarebbe stato aggiudicato per il mese di febbraio. Ma a prescindere dalla ennesima menzogna (siamo a giugno), le preoccupazioni dei genitori sono le preoccupazioni di una intera comunità. Su questo tema ci siamo già spesi nel recente passato e continueremo a vigilare col coltello tra i denti”.

Print Friendly, PDF & Email