Responsabilita’ toghe. Bordo (Pd): Emendamento Lega strumentale, nessun legame con Leggi Ue

Roma, 22 ott 2014 – “L’emendamento sulla responsabilità civile dei magistrati viene tirato fuori dalla Lega ogni volta che parliamo di Legge europea ma con la Legge europea non ha niente a che fare. Un emendamento strumentale visto che il tema della responsabilità civile è già al centro di discussioni in corso sia al Senato che alla Camera. Sulla materia c’è anche una proposta del ministro della Giustizia Orlando. Tra l’altro questo emendamento non consente neanche di sanare la procedura di infrazione che pende sul nostro Paese. Infatti  l’Europa non chiede all’Italia di prevedere la responsabilità civile diretta dei magistrati. E non potrebbe farlo visto che la responsabilità civile diretta non esiste in nessun altro Paese europeo.  L’Europa ci chiede soltanto di specificare quali sono i casi nei quali è possibile, per chi ha subito un errore giudiziario, chiedere il risarcimento indiretto ossia riferirsi direttamente allo Stato. Ritengo, dunque, che con questo ennesimo tentativo si intenda provare a colpire l’autonomia e l’indipendenza della magistratura mettendo in conto anche di violare l’articolo 104 della Costituzione”. Lo ha detto in aula, durante la discussione della Legge europea 2013 bis, il presidente della Commissione per le Politiche Ue della Camera Michele Bordo, del Pd, relatore del provvedimento.

Print Friendly, PDF & Email