Salvini: “Mattarella imbarazzante. Faremo a Firenze una manifestazione per il No cui invito ufficialmente anche Grillo, Di Maio e Di Battista”

Salvini: “La lega è pronta a guidare il centrodestra. Milan? Juve nettamente piu’ forte, ma..”

ROMA – Il leader della Lega Matteo Salvini è intervenuto questa mattina ai microfoni di Radio Cusano Campus, nel corso del format ECG, con Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio. Ai microfoni dell’emittente dell’Università Niccolò Cusano Matteo Salvini ha parlato di diverse tematiche.

Il primo affondo è stato indirizzato al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella: “Mattarella e Renzi? Chi si somiglia si piglia, si fanno favori a vicenda, il governo, confindustria, Mattarella, le banche, finanza, massoneria, mancava Obama giustamente e poi Alfano e Verdini, il quadro è completo. Che il Presidente della Repubblica si schieri per il sì è imbarazzante, ma tanto meglio, almeno gli italiani capiscono. Napolitano dieci anni fa si schierò per il no dicendo che le Costituzioni non si cambiano a colpi di maggioranza, evidentemente cambia idea con il passare degli anni. Mattarella? Non è un arbitro imparziale, ha la maglietta e sta giocando apertamente in campo con una delle squadre. Ma gli italiani ormai non aspettano più che il capo bastone di turno gli spieghi cosa fare da grande”.

Su Obama: “Gli chiederei conto delle primavere arabe fallite e dell’avanzata dell’Isis, del caos in Libia, delle guerre che sono in corso in mezzo mondo che non hanno portato a nulla di buono. Inviti a cena chi vuole, ma la sua esperienza da presidente è stata disastrosa”.

Sul referendum: “Nessuno pensa di essere proprietario o del voto altrui. Io voterò no, contesto il fatto che la Costituzione per la prima volta ribadisca in Italia per dodici passaggi che l’Unione Europea è padrona dei vincoli degli italiani senza che i cittadini possano mai neanche pronunciarsi. Quindi, una Costituzione che ci lascia schiavi di Bruxelles, delle banche e di Berlino non è la mia Costituzione. La Costituzione, però, non è la Bibbia. Bisogna aggiornarla, cambiarla in meglio. Non in peggio come accadrebbe adesso. Ormai Renzi è davvero in difficoltà, ieri dalla Annunziata ha cantato cucù cucù Equitalia non c’è più…Con questi slogan qui ci gioco con mia figlia, che ha 4 anni…”.

Lega e Movimento Cinque Stelle insieme a Firenze il prossimo 12 novembre: “Abbiamo organizzato, come Lega, la più grande manifestazione all’aperto dei sostenitori del no. Io invito formalmente Grillo, Di Maio, Di Battista, la Raggi l’Appendino, gli amministratori locali a Cinque Stelle per metterci la faccia e la voce. Vediamo chi raccoglie l’invito e chi invece lo lascia cadere. Anche i cinque stelle, ma anche quelli di centrosinistra, sono tutti formalmente invitati”.

Sul centrodestra: “C’è questo scontro interno a Forza Italia che non interessa a nessuno. Chi è il leader? In questo momento stando ai sondaggi la Lega è il primo movimento politico del centro destra, saremmo pronti a governare anche domani mattina, con una squadra di cui fanno parte persone come Luca Zaia e Roberto Maroni. La Lega è pronta a guidare il centrodestra. Il 5 dicembre spero che si torni a votare e a dare all’Italia un Governo eletto e legittimo”.

Sul Milan: ” Se siamo l’anti Juventus? Mi stupisce, non avrei mai pensato che a questo punto saremmo stati secondi. Non siamo una squadra di fenomeni, stiamo vivendo un momento positivo, finalmente stiamo investendo sui giovani, è bello vedere il 18enne Locatelli che segna a Buffon e il 17enne Donnarumma che protegge la porta. Spero che il momento duri, anche se la Juventus è nettamente più forte, però abbiamo un allenatore che ragiona con la sua testa e che non ha imposizioni di altri. Non si capisce chi siano i proprietari ma fa niente, per ora godiamoci questo momento decisamente inaspettato”.

Print Friendly, PDF & Email