SANTA CROCE CAMERINA, Il CIRCOLO MERIDIANA. “UN PATTO PER IL BUON GOVERNO”

“Dieci punti programmatici per il buon governo della città di Santa Croce. Occorre pausa di riflessione”. Il circolo cittadino Meridiana non usa mezzi termini all’indomani della formazione, in consiglio comunale, di una nuova forza politica, in seno alla maggioranza che ha, di fatto, indebolito la lista civica “Santa Croce rivive” che ha sostenuto la candidatura del primo cittadino Giovanni Barone. Il presidente del circolo Peppe Dimartino guarda al futuro della città. “Siamo molto preoccupati – spiega Dimartino – la città da quasi due anni è ostaggio della continua crisi politica che ha fortemente rallentato lo sviluppo di una piccola comunità come Santa Croce. La proposta è semplice: azzeramento della giunta e la condivisione, con le forze politiche di opposizione e con la città, di dieci punti programmatici. Nessun desiderio di governare né tantomeno di entrare in giunta, un accordo programmatico e non politico. Vogliamo solo il bene della città in un momento in cui, per colpa di beghe politiche e di continui litigi, si rischia di affossare un progetto di sviluppo organico”. La mozione sulla sicurezza, voluta dal circolo cittadino di Meridiana è stata condivida da tutto il consiglio comunale. “Restano da risolvere tantissimi problemi legati alla viabilità e ai Pass, ad esempio, a Punta Secca – continua Dimartino – Lo scorso anno le aree di sosta riservate solo ai residenti hanno creato tantissimi problemi. Pensiamo alla realizzazione di parcheggi a pagamento, le strisce blu, con aree riservate ai residenti. Cosa dire, poi, di quella fantasiosa installazione della Serra .- simbolo per eccellenza del nostro territorio a vocazione serricola – abbandonata in via Rinzivillo nel cuore del centro storico di Santa Croce. Si potrebbe ipotizzare un concorso di idee, tra le scuole e i professionisti del settore, per abbellire il nostro centro storico. Occorre maggiore programmazione. Siamo aperti al dialogo e alla condivisione”. La lista civica Santa Croce rivive può contare solo su due consiglieri: Riccardo Cognata che diventa per anzianità capogruppo e il consigliere Giulia Santodonato che riveste anche la carica di assessore alla pubblica istruzione, associazionismo e benessere degli animali. Antonella Galuppi, ex capogruppo della lista Santa Croce rivive, con una lettera polemica, ha abbandonato la coalizione del sindaco e transita insieme a Giovanni Giavatto e Piero Mandarà nel nuovo gruppo politico “insieme” che, assicurano un appoggio al programma del sindaco. Dalla lista civica “Santa Croce rivive” sono usciti Giusy Zisa, Silvana Candiano e Salvatore Cappello. Il sindaco Barone, di fatto, non ha una propria maggioranza in consiglio comunale.

Marcello Digrandi

Print Friendly, PDF & Email