Santa Croce Camerina, Di Marco: “Marchio Primizie di Montalbano, giù la maschera”

Riceviamo e pubblichiamo

Sin dai primi passi, dissociandomi dal gruppo agricoltori, essendo io il fondatore principale del Marchio Primizie di Montalbano , ho denunciato che da un progetto di sviluppo del comparto agricolo era diventato un marchio politico a servizio della scalata del sindaco Iurato.

Il tutto è stato confermato nella seduta dell’ultimo consiglio comunale, dove il gruppo agricoltori e il PD, eccetto l’assessore al ramo ” Corallo “, hanno votato favorevolmente l’emendamento proposto dal Gruppo di opposizione, per spostare le circa 8.500,00 €. destinate al marchio a favore del ripristino di una piazzetta a Caucana.

Forse hanno preso contezza del fallimento di tutta l’amministrazione. Il regolamento ha delle pecche, la goliardica colorata commissione dell’organismo di gestione e controllo del marchio geografico collettivo, Primizie di Montalbano, ha perso dei pezzi fondamentali.

Il mio passaggio all’opposizione è avvenuto subito dopo l’insediamento perché il famigerato gruppo agricoltori anziché essere al servizio dell’agricoltura ha preferito tradire gli elettori, sottomettendosi al PD di turno. E ora a distanza di quattro anni, non essendo riusciti a fare aderire nessuna azienda al famoso Marchio, Il consigliere Bellassai adduce il motivo della non-adesione delle aziende agricole al fatto che IL TERRITORIO non ha recepito le potenzialità del progetto.

In sostanza la colpa di questo fallimento risiede negli agricoltori e non in chi l’ha fatto. Acta est fabula, plaudite! Giù la maschera la commedia è finita!

Print Friendly, PDF & Email