SANTA CROCE, CONSULTAZIONE POPOLARE SULLA FASCIA COSTIERA

Una “conquista” per la comunità di Santa Croce e per tutta la fascia costiera. L’apertura della terza farmacia, con il voto favorevole di ben 12 consiglieri,  rappresenta una grande opportunità per Santa Croce. Il consiglio comunale  ha stabilito, per motivi di opportunità, che la borgata di Casuzze è quella più adatta  anche in virtù della presenza di una guardia medica. Il candidato sindaco Rosario Pluchino invita il candidato Giovanni Barone a fare  chiarezza, all’interno del proprio gruppo, e capire quali le reali esigenze. “Siamo stati abituati ad ascoltare in questi giorni concetti assolutamente condivisibili e il giorno dopo esattamente il contrario –spiega Pluchino – stiamo parlando di Giovanni Barone che plaude alle dichiarazioni di Salvuccio Mandarà (voto contrario all’apertura della farmacia a Casuzze) dimenticando che il suo gruppo politico, ben 5 consiglieri,  hanno votato in maniera compatta al presidio farmaceutico a Casuzze. Il candidato Barone non può non sapere che la farmacia comunale, di cui tanto si parla, ha un iter completamente diverso.  I consiglieri comunali, di contro, dovrebbero spiegare ai cittadini quali sono le loro posizioni politiche all’interno del gruppo di appartenenza e dichiarare semmai di essere indipendenti visto e considerato che appoggiano, in campagna elettorale, un avversario politico di Barone”. Sulle borgate a mare il candidato Pluchino parla di una consultazione popolare tra i tutti i residenti e i vari comitati sorti in questi anni pe capire il da farsi. “In tanti anni –amministrazione Schembari prima  e Iurato dopo –per il territorio di Casuzze e Caucana non è stato fatto nulla – commenta Rosario Pluchino – vorrei ricordare ai nostri amministratori che la fascia costiera di Santa Croce è un territorio molto ricco (in termini di introiti che i cittadini versano al comune) senza avere nulla in cambio. Chiederemo ai cittadini, previa consultazione, cosa fare della fascia costiera”.

Print Friendly, PDF & Email