Sara Siggia: “Quest’anno Vittoria avrà meno “luci” degli scorsi anni”

VITTORIA – L’Amministrazione Moscato è sempre in ritardo su tutto. E’ il primo anno che non viene organizzata una iniziativa di rilievo per creare maggiore atmosfera natalizia e favorire le attività del centro. La giunta  comunale ha presentato un programma striminzito: babbo Natale e , tanto per cambiare, artisti di strada:  rispetto agli anni precedenti niente più piste di ghiaccio, niente fontane danzanti ( uno degli eventi più apprezzati degli ultimi anni ), niente presepe vivente alla Villa ( eccezionale l’edizione targata D’Amico Nicosia), niente concerti di punta o eventi per restare in città la notte di Capodanno ( gli scorsi anni si sono organizzati eventi a Sala Mazzone o i capodanno in Piazza del Popolo o all’Emaia  ), niente rassegne musicali giovanili (“ Cerasol Rock” una delle più significative degli ultimi anni ).  
Invito almeno l’A.C. ad essere puntuale nelle poche cose che sta predisponendo. Riscontro, infatti, le lamentele dei commercianti che sono costretti a provvedere autonomamente per adeguati allestimenti di Via Cavour e tratti della Via Roma ( altro centro importante per il commercio cittadino) e di alcuni ospiti della appena conclusa manifestazione dell’Oscar del Calcio che per la prima volta entravano al teatro accedendo da una piazza buia dove ancora non era stato installato il tradizionale albero di Natale e le luminarie.
Ogni porta di Via Cavour deve pagare almeno 40 euro per addobbare il centro commerciale naturale.
Scoglitti, poi, sembra abbandonata al proprio destino: la stessa rotatoria all’ingresso della frazione da più di un mese è al buio!
Lo scorso anno le televisioni trasmettevano le giornate organizzate dall’amministrazione per la promozione del pescato locale, con degustazioni, convegni e approfondimenti sulle tradizioni marinare, quest’anno? Il nulla, i pescatori e le loro famiglie sono stati solo uno strumento elettorale. Lo stesso museo del mare, aperto a maggio e visitato in estate da migliaia di turisti, luogo dove si potrebbero anche  ospitare laboratori della locale scuola elementare e media  ha le porte chiuse da settembre, segno del grande disinteresse di Moscato e della sua maggioranza per le tradizioni marinare. 

Sara Siggia consigliere comunale #nuoveidee – idemocratici

Print Friendly, PDF & Email